menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vico nel Lazio, debiti alle stelle i cittadini cominciano a pagarne le conseguenze

  A centoventi giorni dall'insediamento della nuova giunta guidata dal sindaco Claudio Guerriero,si sono svolti ulteriori due consigli comunali, in data 29/09/14 e 11/09/14, durante i quali si è discusso ed è stato approvato il regolamento IUC...

A centoventi giorni dall'insediamento della nuova giunta guidata dal sindaco Claudio Guerriero,si sono svolti ulteriori due consigli comunali, in data 29/09/14 e 11/09/14, durante i quali si è discusso ed è stato approvato il regolamento IUC (imposta unica comunale). La IUC è una imposta articolata in tre distinti tributi, con differenti presupposti impositivi: la TARI, la TASI, l'IMU.

Con l'adozione della TARI e della TASI è risultato chiaro l'intervento posto in cantiere dall'amministrazione che va ad aumentare i tributi locali che i cittadini di Vico nel Lazio dovranno pagare. Di fatto, analizzando la TARI, ex TARSU prima ancora denominata TARES (tassa dei rifiuti solidi urbani), i cittadini pagheranno complessivamente in più circa ? 80.000.00 per il 2014, pari a circa ?0,42 in più a metro quadro mentre per la TASI, nuovo tributo dovuto da chiunque possegga o detenga, fabbricati (compresa l'abitazione principale) ed aree edificabili, l'intera collettività viene ulteriormente tassata, si prevede per il 2014 un gettito di ? 146.495.09.

A nulla sono valse le richieste avanzate in consiglio comunale dai 2 consiglieri della lista "Per Vico", Rondinara e Terpino i quali avevano chiesto la non applicazione della TASI.

Inoltre constatiamo che ad oggi da parte dell'amministrazione comunale, nonostante l'impegno, quantomeno verbale da parte del sindaco, assuntosi durante l'ultimo consiglio comunale del 29/09/2014, nessuna lettera è stata inviata alle famiglie numerose. Tali nuclei familiari devono essere informati della possibilità di presentare domanda nell'ufficio protocollo del comune per chiedere e ottenere una riduzione in % sul tributo TARI previsto nel regolamento, legata al numero dei componenti. Come mai nessuna lettera ancora è stata inviata?

Questa la domanda posta all'attenzione dei cittadini da parte dei consiglieri e del gruppo della lista civica "Per Vico" i quali invitano l'amministrazione comunale ad informare tempestivamente le famiglie numerose, da 4 componenti in su, di recarsi al comune entro e non oltre il 30/11/2014 per chiedere il modulo per redigere domanda da protocollare per rientrare nelle agevolazioni previste come da regolamento, approvato nel consiglio comunale svoltosi del 29/09/2014

Da questi primi provvedimenti è rilevante constatare che la priorità di questa amministrazione è quella di incamerare quanto prima possibile liquidità per le casse comunali. Infatti, già a fine anno 2013, il Comune di Vico nel Lazio aveva un debito per anticipazioni di cassa, per un importo pari a circa ?573.000.00 che si aggiungono ai 370.000.00? di debiti per Mutui contratti a fine 2012.

Queste prime iniziative amministrative mettono in risalto la pessima gestione economica degli ultimi 5 anni, legata all'ordinaria amministrazione, non più virtuosa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento