Sanità

Asl Frosinone, stabilizzato il personale impiegato in prima linea durante l'emergenza Covid

Sabrina Pulvirenti: "Si tratta di un importante provvedimento, di cui sono molto orgogliosa, volto a ridurre il precariato e a valorizzare i professionisti sanitari in prima linea in un momento difficile per la Ciociaria e il Paese"

L’Azienda sanitaria locale di Frosinone ha concluso la procedura di stabilizzazione per 125 professionisti, assumendo dal primo luglio scorso il personale impiegato durante l’emergenza Covid-19 ai sensi della legge 234 del 2021 (articolo 1, comma 268, lettera C).

Prosegue così la riduzione del precariato nella provincia di Frosinone, all’interno della quale il commissario Sabrina Pulvirenti ha attivato, immediatamente, gli iter per l’assunzione del nuovo personale autorizzato dalla Regione Lazio.

Le 125 stabilizzazioni saranno indispensabili per rafforzare e implementare i servizi sanitari, valorizzando le professionalità cresciute all’interno degli ospedali del Frusinate e degli ambulatori.

Nel dettaglio:
-34 infermieri;
-3 dietisti;
-8 tecnici di laboratorio biomedico;
-un tecnico di Radiologia medica;
-3 fisioterapisti;
-9 terapisti della Neuro psicomotricità dell’età evolutiva;
-67 operatori sociosanitari.

"Si tratta di un importante provvedimento, di cui sono molto orgogliosa, volto a ridurre il precariato e a valorizzare i professionisti sanitari in prima linea in un momento difficile per la Ciociaria e il Paese. Le stabilizzazioni, insieme con le nuove assunzioni, garantiscono un’equa dignità ai lavoratori e sono il frutto della puntuale programmazione aziendale, grazie alla quale presto la provincia di Frosinone potrà godere anche dell’implementazione dei servizi sanitari", ha dichiarato Sabrina Pulvirenti, commissario straordinario dell’Asl di Frosinone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asl Frosinone, stabilizzato il personale impiegato in prima linea durante l'emergenza Covid
FrosinoneToday è in caricamento