Sanità

Atto aziendale, tuona il sindaco: "Danneggiato l'ospedale e tutto il territorio"

Molti esponenti politici avevano chiesto il rinvio della votazione per approfondire meglio gli argomenti del documento

La conferenza dei sindaci ha approvato ieri l’atto aziendale della Asl di Frosinone con 42 voti favorevoli dei sindaci presenti. Ma non sono mancate le polemiche. Molti esponenti politici, infatti, avevano chiesto il rinvio della votazione per approfondire meglio gli argomenti del documento, arrivato troppo tardi per essere studiato come si deve.

Approvazione dell'atto aziendale che non è piaciuta nemmeno al sindaco di Cassino, Enzo Salera. Anzi, il primo cittadino della città martire, con un lungo post sui social, ha evidenziato tutte le carenze attuali del nosocomio cassinate.

"Mercoledì della scorsa settimana da parte dei sindaci del Cassinate riuniti nella Consulta, era stata avanzata una richiesta di rinvio dell’approvazione dell’atto aziendale della Asl - spiega Salera -. Avevamo ravvisato la necessità di approfondire molte problematiche, alcune assai serie e di particolare complessità, riguardanti l’ospedale di Cassino. Nonostante l’intendimento iniziale, man mano alcuni sindaci hanno purtroppo cambiato idea, approvando un atto aziendale assolutamente deleterio per la nostra comunità cittadina e territoriale. Non è dato sapere se per convincimenti maturati spontaneamente o dietro qualche pressione dell’area politica di appartenenza.

E’ certo però che l’atto aziendale approvato oggi (ieri ndr) penalizza pesantemente il nostro “S. Scolastica” perché restano irrisolte le criticità più evidenti e più serie. Il tutto a danno di un bacino di utenza che conta circa 110.000 abitanti. In primis la ormai cronica carenza di personale sanitario a tutti i livelli: medici, infermieri, O.S.S. Problemi destinati inevitabilmente ad accentuarsi con le ferie estive. Non si è tenuto conto dell’enorme squilibrio esistente tra il “S. Scolastica” e i nosocomi di Frosinone e di Sora. Rispetto allo “Spaziani” infatti, a Cassino si opera con quasi un terzo del personale medico, nonostante il numero di prestazioni erogate sia quasi pari. Per non parlare di Ostetricia e Ginecologia: l’ospedale di Frosinone può contare su 16 ginecologi, quello di Sora su 8 più un sumaista, Cassino conta invece solo su 3 ginecologi, di cui uno con esonero dalle notti e dalla reperibilità notturna. Peraltro il consultorio del distretto D di ginecologi non ne ha neppure uno. Già solo questa constatazione avrebbe dovuto indurre quei colleghi sindaci del Cassinate che hanno cambiato idea nei giorni scorsi, ad una levata di scudi contro l’atto aziendale. E’ ora di fermare questa deriva che danneggia le famiglie di Cassino e di un territorio vasto, complesso ed importante come il nostro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atto aziendale, tuona il sindaco: "Danneggiato l'ospedale e tutto il territorio"
FrosinoneToday è in caricamento