rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Il giorno dei più piccoli

Coronavirus, al via la vaccinazione per i bambini. Cinque gli hub in provincia di Frosinone

Tutte le informazioni su come funziona la prenotazione. Per l'Aifa c'è: "un elevato livello di efficacia e non si evidenziano al momento segnali di allerta in termini di sicurezza"

Da oggi nel Lazio, alle ore 16, inizieranno le prenotazioni su Salute Lazio per i vaccini anti Covid ai bambini dai 5 agli 11 anni. I più piccoli avranno a disposizione 53 hub in tutta la regione di cui 5 nella provincia di Frosinone Foto in basso). Si tratta di presidi Asl, ospedali, ambulatori che si trasformeranno, come ha sottolineato anche l'Assessore alla Sanità laziale Alessio D'Amato, in spazi colorati con palloncini e clown, per mettere i piccoli vaccinandi a loro agio e far sì che il momento dell'iniezione sia un passo in più verso il ritorno a giocare insieme.

Inizia la campagna vaccinale per i bambini

I primi vaccini - come riporta romatoday.it - data simbolica per il lancio della campagna vaccinale come un anno fa - verranno fatti il 15 dicembre allo Spallanzani. Il primo vaccinato, potrebbe essere un bambino romano. Sarà il primo passo verso la corsa all'immunizzazione prima della fine di gennaio.

Stando all'ultimo report dell'Iss (Istituto Superiore di Sanità) si evidenzia infatti "un forte aumento dell'incidenza nella fascia di età 6-11 anni, che rappresenta circa il 50% dei casi diagnosticati nell'intera popolazione 0-19 anni. Nei bambini da 0 a 9 anni - si legge ancora - l'incidenza ha raggiunto nell'ultima settimana valori superiori a 250 casi per 100 mila abitanti".

Gli hub vaccinali pediatrici in provincia di Frosinone

Hub vaccinali pediatrici Frosinone-2

Come funziona la prenotazione

La prenotazione funziona esattamente come quella per gli adulti: sarà sufficiente inserire i dati della tessera sanitaria sulla piattaforma Salute Lazio nella sezione "Prenota vaccino". All'interno delle strutture saranno presenti pediatri e infermieri. In questa prima fase non sarà però possibile prenotare il vaccino presso lo studio del pediatra di famiglia. Gli appuntamenti si potranno prenotare dalle 16 del 13 dicembre sul portale regionale prenotavaccino-covid.regione.lazio.it in una apposita sezione rappresentata dal logo disegnato da due bambini, Chiara e Valerio, dell'ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma.

Il vaccino che sarà somministrato ai bambini tra i 5 e gli 11 anni è il Pfizer, in una dose ridotta, ossia un terzo rispetto a quella destinata ad adulti e adolescenti over 12 e avrà una specifica formulazione. Sono previste due dosi, a distanza di 3 settimana - 21 giorni - l'una dall'altra, ma nel caso di pazienti fragilissimi, è consigliata una dose aggiuntiva dopo almeno 28 giorni. Ch fa la prima dose il 16 dicembre, data ufficiale della campagna vaccinala per la giovane popolazione interessante, si troverebbe a ricevere la seconda il giorno della Befana.

I bambini vaccinati non avranno il Green Pass

Non è previsto un Green Pass per i bambini che si sottopongono a vaccinazione né l'obbligo vaccinale, quest'ultimo così com'è per gli adulti. I dati disponibili sulle vaccinazioni, rileva l'Aifa, "dimostrano un elevato livello di efficacia e non si evidenziano al momento segnali di allerta in termini di sicurezza".

Gli hub dove fare il vaccino nel Lazio

La maggioranza dei centri per le vaccinazioni anti-Covid pediatriche si trovano a Roma: sono ben 11 alla Asl Roma 1, 7 alla alla Asl Roma 2 e 5 alla Asl Roma 3. Nella provincia di Roma, ci saranno 6 hub tra Civitavecchia e Campagnano (Asl Roma 4), così come l'area dei Castelli e del litorale sud (Asl Roma 5 e Roma 6) che contano un totale di 10 strutture dedicate ai bimbi, da Colleferro a Anzio. Altri 5 nelle hub delle Asl di Frosinone, 3 a Latina, 5 a Viterbo e solo 1 a Rieti.

La nota della Asl di Frosinone

Il virus si annida e prospera lì dove non trova ostacoli alla sua crescita. Lo dimostrano i numeri. Per questo dobbiamo correre a scudare il più possibile la popolazione per interrompere la sua avanzata.

Da oggi lo scudo vaccinale anti Sars-CoV2 è pronto anche per i bambini dai 5 agli 11 anni.

Un ulteriore passo in avanti nella campagna vaccinale che consentirà di andare a coprire l’intera popolazione.

Nella nostra provincia, ad essere interessati, sono oltre 21 mila bambini.

Le prenotazioni si aprono oggi e potranno essere effettuate attraverso il sito dedicato della Regione Lazio raggiungibile a questo indirizzo: https://prenotavaccino-covid.regione.lazio.it.

Il Vax Day è fissato per mercoledì pomeriggio alla Sala Teatro dello Spaziani di Frosinone dove verranno inoculate le prime 30 dosi a bambini indicati da pediatri di famiglia, soggetti fragili o figli degli stessi professionisti.

La Asl di Frosinone avrà a disposizione sale pediatriche distribuite sui cinque centri in queste modalità:

  • Ospedale di Alatri dove le vaccinazioni verranno effettuate dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 18.
  • Sala Teatro dello Spaziani che osserverà gli orari 9-19 dal lunedì alla domenica.
  • Ospedale di Sora dal lunedì alla domenica dalle 16.30 alle 19.30.
  • Casa della Salute di Pontecorvo aperta da lunedì alla domenica dalle 13.30 alle 16.30.
  • Hub Stellantis di Cassino dove si opererà da lunedì alla domenica dalle 9 alle 19.

In tutti i punti vaccinali, al fianco del personale medico della Asl, saranno presenti i pediatri di famiglia. Un rapporto di collaborazione consolidato e strutturato da anni che si rafforza in un momento così delicato.

Zingaretti: "Dobbiamo salvarli dal Covid"

Al momento del lancio della campagna o 'E adesso sì che possiamo giocare liberamente', il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti è stato chiaro: "Dobbiamo salvare i bambini dal Covid e non li vogliamo più vedere ricoverati. Faccio un appello ai genitori per far vaccinare e mettere in salvo i bambini. Andiamo verso un periodo in cui si starà più al chiuso e i bambini si frequenteranno di più. Somministrargli il vaccino darà loro la libertà di stare insieme".

"I bambini sono un serbatoio del virus insieme ai no-vax. Dobbiamo vaccinarli perché dall'esperienza del nostro ospedale abbiamo avuto la sfortuna e il dolore di doverci confrontare con casi molto complessi e gravi. Per cui la vaccinazione è importante per questo, non possiamo sapere da prima chi è il bambino che va incontro a una forma letale o grave, quindi vanno protetti", il pensiero di Alberto Villani, direttore del Dipartimento di emergenza del Bambino Gesù di Roma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, al via la vaccinazione per i bambini. Cinque gli hub in provincia di Frosinone

FrosinoneToday è in caricamento