rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
Bollettino Covid

Coronavirus Ciociaria e Lazio, il bollettino del 20 dicembre: meno casi ma più ricoverati

A livello regionale 1.638 contagiati e un aumento di 76 ricoveri di cui 26 nella Asl di Frosinone, dove sono 79 i neo positivi e 39 i guariti. 14 i laziali deceduti. D'Amato: "Prosegue trend di crescita delle prime dosi"

In provincia di Frosinone, stando al bollettino Covid diramato dalla Asl oggi lunedì 20 dicembre 2021 in relazione alle ultime 24 ore, si registrano zero decessi (come ieri, per il terzo giorno consecutivo), 79 nuovi casi positivi (-44) e 39 guariti a fronte di 1.123 tamponi effettuati (-768). I ricoverati sono 57 (+26). 

I neo contagiati sono residenti in 25 Comuni ciociari: Frosinone (19), Ceccano (11), Alatri (9), Paliano (8), Monte San Giovanni Campano (5), Anagni (4), Piglio (4), Boville Ernica (3), Broccostella (2), Patrica (2), Serrone (2), Amaseno, Arce, Ausonia, Campoli Appennino, Casalvieri, Ferentino, Picinisco, Pofi, Roccasecca, Sgurgola, Sora, Supino, Trevi nel Lazio e Veroli. 

+++ Articolo in fase di aggiornamento +++

In tutto il Lazio, su un totale di 35.689 tamponi, si registrano 1.638 nuovi casi positivi (-766). Sono 14 i decessi (+1), 904 i ricoverati (+76), 119 le terapie intensive (+2) e +893 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 4.5%. Questo il raffronto con il 20 dicembre 2021: 1.880 ricoveri in meno in area medica, 187 in meno in terapia intensiva, 36.237 isolati a domicilio in meno e 7 decessi in meno.

"Numeri che dimostrano l’importanza della vaccinazione - accentua l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato - Superate le 15 mila vaccinazioni pediatriche somministrate e prosegue il trend di crescita delle prime dosi. Superati 1.5 milioni di dosi booster per un totale di 10.4 milioni di somministrazioni nel Lazio. Ieri effettuate quasi 45 mila vaccinazioni, il 32% in più del target commissariale". 

Vaccini pediatrici: Attive le prenotazioni sul portale regionale. Sui canali social di SaluteLazio le FAQ e il Video realizzati in collaborazione con l’ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

Prenotazioni Vaccino Over 18 dose di richiamo: attive le prenotazioni per gli over 18 sul portale regionale. Il sistema colloca l’utente in automatico dopo 150 giorni dall’ultima somministrazione e alla prima data utile.

Emergenza Coronavirus - Aggiornamento Asl Frosinone 20 dicembre 2021-2

La situazione nel resto del Lazio

I casi a Roma città sono a quota 824. Asl Roma 1: sono 367 i nuovi casi e 3 i decessi nelle ultime 24h. Asl Roma 2: sono 412 i nuovi casi e 2 i decessi nelle ultime 24h. Asl Roma 3: sono 45 i nuovi casi e 2 i decessi nelle ultime 24h.

Asl Roma 4: sono 46 i nuovi casi e 3 i decessi nelle ultime 24h. Asl Roma 5: sono 182 i nuovi casi e 2 i decessi nelle ultime 24h. Asl Roma 6: sono 233 i nuovi casi e 2 i decessi nelle ultime 24h.

Nelle province si registrano 353 nuovi casi, tra cui i 79 della Asl di Frosinone. Asl di Latina: sono 216 i nuovi casi e 0 i decessi nelle ultime 24h. Asl di Rieti: sono 19 i nuovi casi e 0 i decessi nelle ultime 24h. Asl di Viterbo: sono 39 i nuovi casi e 0 i decessi nelle ultime 24h.

Le informazioni dal Sistema sanitario regionale

Vaccino anti Covid: nel Lazio superata quota 10 milioni e 450 mila somministrazioni e di queste oltre 1,5 milioni sono dosi di richiamo pari al 32% della popolazione adulta. Superato il 95% di adulti che ha ricevuto la doppia dose e l’89% degli over 12 sempre in doppia dose.

Vaccino antinfluenzale: somministrate oltre 1,1 milioni di dosi e già distribuiti 1 milione 340 mila vaccini ai medici di medicina generale, ai pediatri e alle farmacie. Sono attivi nella campagna ad oggi 3.938 medici di medicina generale e 382 pediatri di libera scelta e circa 800 farmacie. Il personale delle Forze dell’Ordine, comprese le forze di Polizia Locale e il personale della Protezione civile, possono avere gratuitamente il vaccino antinfluenzale rivolgendosi direttamente al proprio medico di medicina generale (MMG) o nelle Farmacie.

Hub vaccinali: negli hub si può accedere solo su prenotazione per evitare assembramenti.

Asl Frosinone: come affrontare isolamento, quarantena e le feste in sicurezza

"Rispettare isolamento e quarantena è l’arma migliore per non alimentare la catena del contagio - comunica la Asl di Frosinone - Le cronache raccontano sempre più spesso di positivi che non rispettando le disposizioni, escono di casa, divenendo un grave pericolo per la salute pubblica. Nuovi comportamenti irresponsabili potrebbero mettere a rischio le prossime feste di Natale.

Cosa fare in caso di positività?

La Asl di Frosinone lancia un appello e chiede di rispettare le norme basilari. Le persone risultate positive al Covid-19 devono rispettare l’isolamento. Restare nella propria camera, mantenere il distanziamento con i familiari, non ricevere visite di persone, igienizzarsi frequentemente le mani, di tanto in tanto disinfettare la stanza e arieggiare l’ambiente. E’ fondamentale evitare lo scambio di oggetti con familiari, quali telefoni o posate e, in caso di bagno in comune, occorre disinfettare accuratamente dopo ogni utilizzo poiché il virus si trasmette anche attraverso le feci. Si potrà tornare alla vita di tutti i giorni solo quando i test risulteranno negativi e sarà accertata la completa guarigione.

Come agire se si è in quarantena?

Le stesse regole valgono anche per chi è in quarantena dopo essere stato a contatto con un positivo. In questo caso, alla comparsa di sintomi, è necessario rivolgersi al medico di famiglia che indicherà il percorso da effettuare. Occorre la massima attenzione e ribadiamo che si dovrà restare a casa fin quando i test non evidenzieranno la negatività al virus. La guardia deve rimanere alta, è necessaria la collaborazione massima di tutti.

Che differenze tra la quarantena per vaccinati e non?

L’Istituto Superiore di Sanità ha diversificato i tempi di quarantena tra vaccinati e non. Chi ha concluso il ciclo vaccinale da almeno 14 giorni, dovrà rimanere in isolamento per 7 giorni. Chi non ha ricevuto il vaccino, invece, starà in casa per 10 giorni. In entrambe le situazioni per poter tornare a lavoro occorre presentare un test molecolare o antigenico negativo.

Come gestire il pranzo di Natale e le feste?

Il primo consiglio è quello di sottoporre a tampone i ragazzi che rientrano in famiglia dai luoghi di studio oppure di vacanza. Essere certi di non aver contratto il Covid offre una protezione ai soggetti più fragili che si ritroveranno intorno allo stesso tavolo come i nonni o coloro che hanno patologie croniche. Non superare le 6-8 persone per avere modo di mantenere il giusto distanziamento. Evitare abbracci, specie tra non congiunti, arieggiare spesso i locali in cui si staziona per diverso tempo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus Ciociaria e Lazio, il bollettino del 20 dicembre: meno casi ma più ricoverati

FrosinoneToday è in caricamento