rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Il caso

Medici non vaccinati, il caso all’esame dell’Ordine: 168 risultano inadempienti

Bilancio e vaccinazioni dei medici sono stati gli argomenti centrali al centro dei lavori dell’Ordine dei Medici di Frosinone. In mancanza delle dovute giustificazioni, l’Ordine è pronto a prendere i relativi provvedimenti di sospensione

L'Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Frosinone in una nota ufficiale conferma:   “Bilancio e vaccinazioni dei medici: sono stati gli argomenti al centro dei lavori dell’Ordine dei Medici di Frosinone. Dopo l’approvazione all’unanimità del Bilancio di Previsione 2022, il Consiglio Direttivo ha analizzato la delicata posizione dei medici che non risultano in regola con gli obblighi vaccinali.
 

Spetta agli Ordini territoriali la verifica del possesso delle certificazioni verdi comprovanti lo stato di avvenuta vaccinazione, comprensiva della dose booster. Il recente Decreto Legge 172 pone, infatti, in capo agli Ordini provinciali, attraverso le rispettive Federazioni nazionali, la verifica automatizzata – tramite la Piattaforma nazionale del Digital Green Certificate – del possesso delle certificazioni verdi comprovanti lo stato vaccinale. Qualora dalla piattaforma nazionale – DGC non risulti l’effettuata vaccinazione, l’Ordine territoriale diffida l’interessato a produrre la documentazione dell’effettuazione della somministrazione oppure la certificazione di esenzione o il differimento o la richiesta di vaccinazione.
 

Il 27 dicembre 2021, dalla prima interrogazione della Piattaforma, i medici iscritti all’Ordine di Frosinone non in regola con l’obbligo vaccinale erano 346 .
Dopo il sollecito intervento dell’Ordine, oggi, l’elenco si è ridotto a 168.
'Il nostro obiettivo – interviene il presidente dell’Ordine dottor Fabrizio Cristofari – è innanzitutto fare opera di convinzione verso i colleghi non in regola. Ma va detto che nell’elenco vengono inclusi anche i colleghi che non possono vaccinarsi o che devono differire la dose per motivi di salute, quelli che sono risultati positivi al Covid e devono quindi posticipare l’appuntamento, quelli che sono in attesa del booster avendo già la prenotazione. E poi, quelli che si sono vaccinati all’estero, e che non sono stati registrati sulla piattaforma italiana. Inoltre l’elenco comprende anche i medici che non hanno dato alcun riscontro alle nostre richieste. Pertanto, il lavoro dell’Ordine continuerà affinché tutti diano una spiegazione al motivo per il quale risultano ancora inadempienti sulla piattaforma del Ministero della Salute. '.
'L’Ordine – conclude il presidente Cristofari – ha adempiuto subito e in maniera completa alle nuove responsabilità che sono sopraggiunte con le recenti normative. Ora è il momento della responsabilità cui i medici, per primi, sono tenuti a dar conto. Se non perverranno le documentazioni richieste scatteranno immediatamente i provvedimenti'.
 

Dunque, in mancanza delle dovute giustificazioni, l’Ordine è pronto a prendere i relativi provvedimenti di sospensione". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Medici non vaccinati, il caso all’esame dell’Ordine: 168 risultano inadempienti

FrosinoneToday è in caricamento