Scuole, dalla conferenza dei servizi ok per la ripartenza, ma mancano quasi il 50% dei banchi monoposto

Alla riunione hanno partecipato, oltre ai dirigenti scolastici dei comprensivi, l’assessore alla pubblica istruzione, Valentina Sementilli, il dirigente del settore comunale, dott. Antonio Loreto, e il funzionario, dott.ssa Valeria Saiardi

Si è tenuta nel pomeriggio di mercoledì la conferenza dei servizi convocata dal sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani, per verificare lo stato di sicurezza delle scuole di competenza comunale, a seguito delle modifiche tecniche connesse alle misure anti-covid e alla fornitura dei banchi monoposto da parte del Ministero.  Alla riunione hanno partecipato, oltre ai dirigenti scolastici dei comprensivi, l’assessore alla pubblica istruzione, Valentina Sementilli, il dirigente del settore comunale, dott. Antonio Loreto, e il funzionario, dott.ssa Valeria Saiardi.

Dall’incontro è emerso che le scuole potranno riprendere regolarmente, giovedì, in presenza, l’attività didattica, mettendo in atto alcuni accorgimenti in grado di garantire il distanziamento sociale e tutte le prescrizioni necessarie in questa fase dell’emergenza sanitaria, a tutela della salute degli alunni e del personale docente e non docente. Il sindaco Ottaviani, inoltre, ha predisposto la presenza di un vigile urbano per regolare la circolazione in occasione dell’ingresso degli studenti, all'esterno degli istituti scolastici.

La conferenza dei servizi, pur constatando la mancata consegna di circa il 50%  del quantitativo dei banchi monoposto all'interno dei plessi del capoluogo da parte del Ministero, comunque, ha adottato la decisione di riattivare la frequenza delle lezioni, adottando una serie di accorgimenti specifici, volti a ridurre il rischio di diffusione del virus, anche in ragione del fatto che continui a mancare una certezza in ordine ai tempi effettivi di esecuzione della fornitura da parte dell'autorità centrale.

Per quanto riguarda il I comprensivo, la dirigente Edina Furlan ha sottolineato che, in assenza dei banchi monoposto, la cui fornitura spettava al Ministero, la scuola riaprirà utilizzando gli arredamenti biposto, collocati in modo tale da assicurare la giusta distanza degli alunni; non sarà quindi previsto l’obbligo di mascherina.

Nel II comprensivo, la dirigente Mara Bufalini ha specificato che saranno utilizzate sia sedie munite di ribaltine, banchi monoposto e altri arredamenti per garantire il rispetto della distanza, in modo tale che non sarà obbligatorio indossare il dispositivo di protezione in classe. Alle medie è previsto un frazionamento dell’orario, fino alle 13. I banchi monoposto sono arrivati alla “Rinascita” e sono attesi per la giornata di domani in via Verdi: mancano però alla Giovanni XXIII e alla secondaria.

Nel III comprensivo, diretto dalla professoressa Monica Fontana, apertura nonostante l’assenza di numerosi banchi monoposto, con gli arredi che saranno posizionati in modo tale da garantire il distanziamento.

Il IV comprensivo, diretto dal prof. Giovanni Guglielmi, utilizzerà sia sedie con ribaltine che banchi biposto opportunamente rimodulati in modo da garantire la distanza; le medie osserveranno un orario ridotto fino all’arrivo dei banchi monoposto. In alcuni casi sarà consigliabile l’utilizzo delle mascherine chirurgiche, che saranno fornite direttamente dall’istituto. Per gli alunni dislocati negli spazi della Camera di Commercio di via De Gasperi è stato attivato un servizio navetta con partenza dal piazzale della Questura e arrivo in piazza VI dicembre, così come richiesto dall’assemblea dei genitori, che sarà gestito dalla Cialone Tour.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il sindaco, Nicola Ottaviani, ha concluso la riunione aggiornandola al mese prossimo, per monitorare costantemente la situazione degli istituti di competenza comunale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Cassino, commerciante beve acido muriatico e rischia di morire

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento