Lo studio

Livello apprendimento in quinta superiore, prove di italiano: a Frosinone il dato peggiore nel Lazio

In attesa di vedere come andranno gli esami del 2024, uno studio di Openpolis analizza le prove Invalsi dello scorso anno

Il prossimo 19 giugno iniziano gli esami di maturità, un test in cui saranno messi alla prova gli apprendimenti di studenti e studentesse nell’arco del ciclo di istruzione.

In attesa di vedere come andranno queste prove, uno studio di Openpolis analizza le prove Invalsi delle quinte dello scorso anno, mettendo in evidenza il liveoo degli apprendimenti degli studenti alla fine del ciclo scolastico.

I livelli di preparazione in Italia

I risultati delle prove invalsi del 2023 hanno ampiamente mostrato i divari territoriali esistenti tra gli alunni. All’ultimo anno delle scuole secondarie di secondo grado, gli studenti che raggiungono livelli di competenza adeguati in italiano sono il 51% (erano il 64% nel 2019). Una quota che sale al 62% nel nord del paese (era 76% prima del Covid), mentre nel centro Italia è in linea con la media nazionale. Scende nel mezzogiorno, dove traguardi adeguati in italiano sono raggiunti dal 39% degli alunni (contro la metà circa dell’ultima rilevazione pre-pandemica).

Anche in termini di punteggio medio raggiunto, il calo nelle prove di italiano in quinta superiore è stato netto e repentino. Dai 200 punti del 2019 ai 186,3 del 2021 (nel 2020, come noto, le prove non si sono potute tenere). Da quella soglia, il punteggio medio è scivolato a 185,4 nel 2022 e a 184,9 l’anno scorso. Oltre 15 punti in meno rispetto al pre-pandemia.

In attesa di capire se le prove 2024 potranno rappresentare una prima inversione di tendenza, è interessante approfondire i divari territoriali sottesi al punteggio medio rilevato nel 2023. Con la premessa che i dati a livello locale presentano delle limitazioni in termini di analisi, sia rispetto alla disponibilità (sono presenti solo per i comuni con almeno due plessi), che all’accuratezza in confronto al dato aggregato.

Con queste cautele, tra le città capoluogo Lecco è quella dove nello scorso anno scolastico si sono raggiunti i punteggi in media più elevati (206,72 punti), seguita da Aosta e Sondrio. Il dato più basso d'Italia si è registrato ad Arzachena (Sassari) con 136,93. 

La situazione a Frosinone e nel Lazio

A Frosinone il punteggio medio delle prove invalsi è di 178,52, il più basso nel Lazio e al di sotto della media nazionale. Roma quello più alto con 185,62. Seguono Rieti 184,79, Viterbo 182,4 e Latina 180,21. Il Comune con punteggio più alto in Ciociaria è Alatri con 185,27. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Livello apprendimento in quinta superiore, prove di italiano: a Frosinone il dato peggiore nel Lazio
FrosinoneToday è in caricamento