rotate-mobile
social

Piante per togliere l'umidità in casa, ecco quali sono

Una soluzione perfetta e del tutto naturale per migliorare l’ambiente in cui viviamo eliminando l’umidità in eccesso rendendo la casa più bella

Le piante in casa, si sa, sono considerate ormai quasi alla stregua dei complementi di arredo, rendono l’ambiente più bello ma non solo, sono anche utili a ripulire l’aria che respiriamo. Posizionare alcune tipologie di piante sia in casa che al lavoro può prima di tutto offrire benessere psicologico ma anche regalare un concreto benessere fisico.

Alcune piante, infatti, agiscono in maniera positiva con il mondo circostante. Ad esempio esistono piante che assorbono il fumo, che allontanano le zanzare  piante che profumano e piante che assorbono umidità.

Ci sono piante utili contro la muffa?

Le piante in maniera naturale riescono a regolare il grado di umidità della stanza dove sono collocate ma non sono concretamente efficaci per abbattere segnali di muffa in casa. Quindi non risolvono il problema ma in aggiunta ad altri piccoli accorgimenti giornalieri come aprire le finestre, areare i locali, non stendere la biancheria, possono contribuire ad eliminare l’umidità in eccesso.

Come funzionano le piante anti umidità

Le piante che eliminano l’umidità agiscono come filtranti e deumidificanti naturali essendo dotate di radici aeree, fogliame e terriccio in grado di assorbire naturalmente l’umidità presente nell’ambiente che ci circonda. Ecco alcuni esempi.

Giglio della pace

Il giglio della pace è la pianta più nota per la sua capacità di assorbire l'umidità. Comprende più di 30 specie e, essendo originaria dei Caraibi, non tollera bene il freddo. Preferibilmente si lascia e si coltiva in casa. Ha la capacità di assorbire l’umidità attraverso le foglie e non ha bisogno né di molta acqua né di molta luce. Si tratta comunque di una pianta che va curata con attenzione.

Edera

L’edera è una pianta perfetta per evitare la formazione di muffe causate dall'umidità da condensazione. Oltre ad essere bella ed elegante, facile da coltivare è davvero utile se posizionata vicino a pareti umide. Se è vero che può essere collocata anche in ambienti non molto luminosi, va detto che il loro sviluppo ottimale si ottiene in condizioni di luce abbondante, ma non diretta. La sua collocazione ideale è vicino ai muri o ai soffitti.

Felce

Una bellissima pianta decorativa dal ricco fogliame verde brillante. Agisce assorbendo umidità, non teme gli sbalzi di temperatura. Può essere messa in vaso, ma dovrà essere collocata in alto perché le foglie non si spargano sul pavimento. Ha bisogno di luce non diretta e di terriccio umido, ma nei mesi freddi, occorre fare maggiore attenzione perché potrebbe essere necessario nebulizzare le foglie per evitare che si secchi.

Pianta nastrino o falangio

Una bella pianta ornamentale da mettere nei bagni, in cucina e in generale nelle camere umide dove manca una buona ventilazione. Assorbe umidità e l’azione è ben visibile dalla condensa che si forma sulle foglie. Non ha bisogno di molta luce né di cure particolari, in più purifica l'ambiente dalla formaldeide.

Bambù 

Una pianta tropicale abituata a climi umidi e a poca luce. Non necessita di particolari attenzioni cresce facilmente con poche cure e assolve al suo ruolo di pianta deumidificante e purificante dell’aria. Anche nella versione palma di bambù assorbe l'umidità negli ambienti e la elimina per condensazione. Va collocata in un angolo buio e umido, e non freddo. La palma di bambù ve ne sarà grata!

Filodendro

Il filodendro nasce nelle aree tropicali del mondo: anche una volta inserito negli spazi interni della propria abitazione continua ad amare sia le grandi quantità di luce, sia l’aria umida da cui trae il suo sostentamento. E’ facile da coltivare ed assorbe anch’essa umidità tramite le foglie. La cura, inoltre, è resa particolarmente facile dalle abilità comunicative della specie che, in caso di sofferenza, muta il colore delle foglie.

Sanseveria trifasciata

Un’altra specie tropicale perfetta quando si desidera inserire in casa delle piante che assorbono l’umidità è la sanseveria trifasciata. Dall’elegante sviluppo verticale, questa variante si trova a suo agio negli ambienti particolarmente umidi e contribuisce a eliminare dall’aria le tracce di inquinamento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piante per togliere l'umidità in casa, ecco quali sono

FrosinoneToday è in caricamento