Martedì, 23 Luglio 2024
social

Cosa si mangia a Frosinone e provincia. I primi piatti ciociari più gustosi

Ecco una selezione dei primi piatti più appetitosi e della tradizione del frusinate che non mancano mai sulle tavole nelle occasioni speciali

La Ciociaria è nota per la sua tradizione enogastronomica.  La cucina ciociara è fatta di ingredienti locali, genuini e saporiti, alcuni dei quali generalmente definiti poveri, come le patate o i fagioli. Ecco alcuni tra i primi piatti più gustosi e diffusi nel territorio:

Fettuccine

La Ciociaria è specializzata nella pasta fatta a mano. Le Fettuccine alla Ciociara hanno tante varianti ma quella tramandata dalla tradizione è quella che prevede un sugo con funghi e piselli, prosciutto crudo o carne macinata. Un piatto dal sapore forte e davvero gustoso da mangiare…a sentimento!

Fini fini

I 'fini fini', meglio noti come maccaruni, sono ancora oggi uno dei primi piatti più apprezzati. Si tratta, di fettuccine all'uovo artigianali (la sfoglia viene, difatti, tagliata rigorosamente a mano con l'ausilio di un coltello affilato al fine di ottenere un prodotto finale molto sottile) da servire, come vuole la tradizione, con un ragù a base di frattaglie di pollo. I 'fini fini' si possono anche gustare con un sugo di  pomodoro fresco, basilico e parmigiano grattugiato . I fini fini si gustano in ogni momento dell'anno, ma diventano un piatto irrinunciabile nel corso del Carnevale frusinate, precisamente il giovedì grasso. La pasta, in questi frangenti, viene servita nel tradizionale piatto di legno locale che prende il nome di scifa (si tratta di lungo vassoio dalle origini molto antiche).

La frionza di Colle San Magno

I Broccoletti Rapa “Catalogna” sono protagonisti anche in questa gustosa minestra di pane raffermo. La Frionza infatti altro non è che una minestra di pane e verdure, spesso preparata per poter dare una nuova vita al pane raffermo avanzato in cucina o per aumentare la quantità della pietanza, consistente soltanto in un po’ di verdura. Si preparava “co gli brocchele e co gli cappucce”. Infatti dopo aver cotto la verdura in padella basta semplicemente mescolare i broccoletti e…buon appetito!

Laine e fagioli

La laina è un tipo di pasta tipico della bassa Ciociaria. Per indicare questo particolare tipo di pasta lunga, si utilizza generalmente il singolare “laina“, ma anche meno spesso il plurale “laine“. La parola “laina” ha anche il significato generale di impasto ammassato steso con il matterello. Si ottiene impastando la farina di grano duro con acqua ed un pizzico di sale. Le laine sono un tipico piatto povero e si accompagnano tradizionalmente quindi con condimenti poveri. L’accostamento tipico è con il sugo ai ceci, legumi tipici ciociari; in diversi comuni della Ciociaria si svolgono sagre come quella della “Laina e ceci” od anche quella della “Laina e cicerchie“.

Minestra col pane sotto

La minestra del pane sotto è una ricetta caratteristica della cultura gastronomica ciociara, che si basa sull'impiego di prodotti tipici del luogo, come le cosiddette erue pazze; si tratta di vegetali che crescono spontaneamente, tra cui il tarassaco, la cicoria e la pratolina, che insieme a molte altre varietà agresti, costituiscono gli ingredienti principali per insaporire molte pietanze tipiche del luogo.
Nata come piatto tradizionalmente povero della gastronomia contadina, questa minestra semplicissima ma estremamente appetitosa ha conquistato il palato di molti buongustai che apprezzano il mix calibrato di fagioli, verdure locali, pane e olio extravergine di oliva. La zuppa, caratteristica della cucina ciociara, si ricollega alla tradizione rurale, avendo sempre rappresentato un piatto da servire a tavola in occasione di eventi importanti.
La sua preparazione implica la raccolta della maggior quantità di erbe selvatiche di stagione che devono essere immediatamente consumate ancora fresche.
È proprio dal sapiente connubio tra i vegetali più disparati e i fagioli che deriva il gusto equilibrato tra freschezza e corposità. L'aggiunta delle fette di pane raffermo contribuisce a legare insieme i vari sapori offrendo al palato un'esperienza gustativa di rara intensità.

minestra pane sotto-2

Sagne e fagioli

Un piatto amato da tutti, soprattutto da Cicerone che scoprì proprio ad Arpino. Le "sagne", così chiamate per la loro forma, dette anche maltagliati, sono un tipo di pasta molto semplice, a base di acqua e farina e tagliata in modo irregolare. Viene cotta e condita con il sugo di fagioli, rigorosamente cannellini. Si tratta infatti di un piatto povero, proveniente dalla tradizione contadina che spesso le nostre nonne preparavano la domenica, cotte in un recipiente di terracotta, sul fuoco e magari aggiungendo anche del guanciale o della pancetta.

frosinone-sagne-fagioli-2

Timballo di Bonifacio

Uno dei piatti più rappresentativi di Anagni e della Ciociaria in generale è senza dubbio il timballo di Bonifacio. Il timballo è composto di fettuccine impastate in casa e condite con l'aggiunta di un ragù ricco, un sugo di polpette, all'interno del quale vengono aggiunti profumi e aromi che si tramandano di generazione in generazione. Per chiudere e sigillare il tutto vengono apposte dalle fette di prosciutto, prima di passare alla cottura in forno. Si tratta di un timballo speciale, che in virtù della sua bontà, il creatore dedica al papa più famoso di Anagni, Bonifacio VIII.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosa si mangia a Frosinone e provincia. I primi piatti ciociari più gustosi
FrosinoneToday è in caricamento