Asd Frascati, la juniores regionale non si accontenta. Fioranelli: “grande campionato, ma ora puntiamo al quarto posto”

Obiettivo minimo raggiunto per la Juniores Regionale dell’Asd Frascati, che grazie al successo sulla Romulea di sabato scorso ha conquistato la salvezza matematica con quattro giornate di anticipo.

L’Asd Frascati torna in campo contro il real tuscolano, Ferrazza: “sempre un’incognita ripartire dopo la sosta, ma siamo superiori e dobbiamo dimostrarlo”

Obiettivo minimo raggiunto per la Juniores Regionale dell’Asd Frascati, che grazie al successo sulla Romulea di sabato scorso ha conquistato la salvezza matematica con quattro giornate di anticipo.

Prima il gol di De Matteis, per il momentaneo 1-1, poi le due “perle” di Cesaroni (rovesciata da centro area) ed El Atiqi (coast to coast inarrestabile) a firmare il 3-1 sulla formazione capitolina, che nulla ha potuto contro il talento e la determinazione dei frascatani. Che adesso, verso la fine di un cammino partito a luci spente, ma in costante crescendo, possono davvero aspirare a chiudere il campionato con un piazzamento di prestigio, magari a ridosso delle “big” del girone.

“Da una parte c’è la consapevolezza di aver fatto tanto – commenta coach Mauro Fioranelli – soprattutto considerando che a inizio stagione abbiamo dovuto allestire la rosa in poco più di due settimane, e che il nostro è un girone molto competitivo, con tante squadre che sono serbatoi di formazioni di Eccellenza o Promozione, dall’altra c’è la convinzione di poter fare ancora qualche altro passo in avanti in classifica. Meriti del mister? E’ ovvio, anche io ho fatto la mia parte, ma in campo ci vanno sempre i ragazzi. Per cui non posso che ringraziarli di quello che stanno facendo, anche se qualche rimprovero devo farlo: in 26 partite abbiamo accumulato ben 42 giornate di squalifica, è veramente troppo. Significa non avere mai la possibilità di schierare la formazione titolare, ed è un handicap che abbiamo pagato in termini di punti. Alcune partite, poi, specialmente contro chi ci precede in graduatoria, le abbiamo perse pur passando in vantaggio. Spero che la squadra abbia imparato la lezione, mancano ancora quattro giornate e a questo punto non voglio accontentarmi”.

Un occhio al calendario e alla possibilità nemmeno troppo remota di agguantare il quarto posto, ma anche la necessità di iniziare a “preparare il terreno” in vista del prossimo anno. “Nei prossimi impegni darò più spazio ai ’97 – continua Fioranelli – finora hanno avuto poco spazio, ma è arrivato il loro momento. Abbiamo davanti un’opportunità importante: perché possiamo mettere a frutto l’esperienza fatta in questa stagione, in più abbiamo tutto il tempo per pianificare l’attività del prossimo anno”. Insomma, ci sono tutte le condizioni per continuare questo percorso di crescita e consolidamento. E la conferma di mister Fioranelli in panchina sarebbe davvero il valore aggiunto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Frosinone "quando nevicherà?" Cosa dicono le previsioni meteo

  • Giovane infermiera muore nel sonno, familiari e colleghi sotto choc

  • Coronavirus, la Ciociaria ed il Lazio in zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Tanta acqua e poco carburante nelle cisterne: denunciato titolare di un distributore (video)

  • Neve in Ciociaria, a Frosinone ed altri comuni chiuse le scuole lunedì 18

  • Coronavirus in Ciociaria: il bollettino di giovedì 14 gennaio. Lazio ormai avviato alla zona arancione

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento