rotate-mobile
Basket

Capolavoro Virtus Cassino, espugna il PalaSojuner di Rieti : è salvezza!

Cassino giocherà nella prossima stagione quella targata 2024-25 ancora in B d’elite.

E’ la notte che valeva di più in un intera stagione, dentro o fuori per la NPC Rieti, non dare speranze agli avversari per la BPC Virtus Cassino.

La serie di playout tra le de compagini laziali si trasferiva a Rieti dopo il perentorio 2-0 ottenuto sul parquet pontino di Scauri per la Virtus Cassino.

Dopo un’autentica battaglia i valori si sono delineati precisi. Teghini e compagni espugnano il palasport reatino per 75 a 63 e chiudono la serie. Game, set and match.

E’ salvezza, Cassino giocherà nella prossima stagione quella targata 2024-25 ancora in B d’elite.

La Cassino dei canestri, quella che non smette di stupire anche dopo un’annata sofferta piena di alti e bassi ma praticamente giocata sempre in trasferta, senza avere mai a disposizione il cosiddetto “fattore campo”, un unicum per tutti i campionati nazionali dall’A1 alla B d’elite appunto.

Eppure Auletta ed i suoi ragazzi hanno fatto il miracolo.

Nessuno alla vigilia avrebbe scommesso un centesimo d’euro sulla salvezza di questi ragazzi costretti ad affrontare mille avversità ma capaci al momento giusto di piazzare un magistrale 3-0 alla squadra allenata da coach Ponticello che in questa annata esce con un 5-0 a sfavore dagli scontri con Cassino.

Un allenatore esordiente e giovanissimo, un manipolo di ragazzi guidati dapprima da un solo veterano, il capitano Michael Teghini al quale si è unito poi il capitano della promozione in A2 quel Maurizio Del Testa che stasera ha piazzato nei momenti topici del match due bombe salvifiche che hanno regalato il pass per restare nel basket che conta.

Una serata per cuori forti, Cassino si è aggiudicata tre mini tempi su quattro, solo nel primo veniva sancita la parità sul filo di lana 13-13.

Poi Milosevic stasera nel secondo quarto piazza nove punti di fila ed aiuta in modo decisivo i suoi a raggiungere il riposo lungo sul 34 a 27.

Si torna in campo ed il terzo quarto di gioco è in controllo totale in fin dei conti da parte di Gay e compagni. Si chiude sul +9, 49 a 40 per i viaggianti.

Viaggianti stasera sostenuti da un bel seguito di tifosi viscerali ed appassionati che non hanno mai fatto venir meno il sostegno a questi ragazzi comprendendone lo spirito di sacrificio e soprattutto le difficoltà emotive.

Ci ha gridato alla fine del match uno di loro, un tifoso ebbro di gioia “ Con il pubblico quest’anno questa squadra avrebbe giocato i playoff!” Non possiamo dar lui torto!

Un’annata che sarà però ricordata per quest’impresa che regala una gioia infinita alla Società, grazie allo sforzo di questi ragazzi fantastici che hanno buttato il cuore oltre l’ostacolo quando la fortuna ha voltato loro le spalle in molti match persi sul filo di lana.

I valori poi di abnegazione e volontà si sono visti tutti nella quarta frazione di gioco.

Quando ormai tutto sembrava fatto ecco la zampata dei leoni padroni di casa, che piazzano un parziale a metà della quarta frazione di gioco tale da annichilire chiunque fosse passato da queste parti. Zucca a scarsi cinque minuti dal termine accende il PalaSojourner con una tripla per il 59-58.

Ma Dincic e compagni stasera non ci stanno a soccombere e non passa loro neanche per l’anticamera del cervello di dover tornare da queste parti per gara 4.

Maurizio Del Testa, ex di giornata, con due triple mortifere scava il solco tra le due compagini. Pian piano collabora anche uno splendido Moreaux che si procura tiri liberi a ripetizione e li converte sempre glaciale.

Cassino è in controllo assoluto della gara la chiude sul +12 tra il tripudio della sua gente festante giunta numerosa in Sabina per il sogno di confermarsi a questi livelli che sono tanta roba per la Città Martire in ambito sportivo.

Dunque si giocherà ancora in B d’Eccellenza ma a questo si comincerà a pensare da domani … che i ragazzi rossoblù aprano le danze della festa, se la sono meritata.

Cassino è salva.

NPC Rieti - BPC Virtus Cassino 63-75 (13-13, 14-21, 13-15, 23-26)

NPC Rieti: Victor Sulina 17 (4/8, 2/5), Mattia Melchiorri 17 (3/7, 2/5), Dario Zucca 12 (1/7, 2/6), Nikola Markovic 8 (2/8, 1/5), Kurt Cassar 6 (2/5, 0/3), Mattia Da campo 3 (1/3, 0/3), Lorenzo Mele 0 (0/0, 0/1), Leonardo Del sole 0 (0/0, 0/0), Francesco Novelli 0 (0/0, 0/0), Matteo Reginaldi 0 (0/0, 0/0), Bacary Sane 0 (0/0, 0/0), Federico Margarita 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 16 / 22 - Rimbalzi: 38 11 + 27 (Dario Zucca 10) - Assist: 9 (Dario Zucca 4)

BPC Virtus Cassino: Melkisedek Moreaux 16 (4/9, 0/0), Nemanja Dincic 15 (5/9, 1/3), Flavio Gay 9 (1/5, 1/6), Keller cedric Ly-lee 9 (3/5, 0/0), Jakov Milosevic 9 (3/4, 1/1), Maurizio Del testa 6 (0/0, 2/6), Michael Teghini 5 (0/1, 1/2), Giulio Candotto 3 (0/2, 1/2), Alessio Truglio 3 (0/0, 1/2), Simone Pontone 0 (0/0, 0/0), Roberto Mastrocicco 0 (0/0, 0/0), Alessio Macera 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 19 / 24 - Rimbalzi: 31 6 + 25 (Nemanja Dincic 10) - Assist: 18 (Flavio Gay, Michael Teghini 5)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capolavoro Virtus Cassino, espugna il PalaSojuner di Rieti : è salvezza!

FrosinoneToday è in caricamento