rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Basket

Il cuore cassinate non basta: al PalaVirtus passa la capolista Agrigento, 66-78

Il DS Manzari conferma “Tra Covid e infortuni, è inutile nasconderlo, siamo davvero in emergenza, e aver retto per due quarti contro la capolista, non può che rendermi fiero di questi ragazzi, che hanno avuto la forza di unirsi davanti alle difficoltà, e di provare con l’agonismo, il cuore e l’attaccamento alla maglia, di portare a casa il match"

Non basta alla formazione rossoblù cassinate, un’ottima prima parte di gara, per portare a casa l’ultimo incontro del girone d’andata del campionato nazionale di serie B girone D; una formazione fortemente rimaneggiata per Covid e condizionata dagli infortuni, quella scesa in campo contro la capolista siciliana, ma che non ha mai mollato, lottando con le unghie e con i denti per provare in tutti i modi a fare risultato.

Teghini e compagni, infatti, giocano un gran primo quarto, concedendo solamente 13 punti agli avversari; nel secondo periodo, però, la compagine di coach Catalani, incomincia ad alzare i giri, andando fino al -1 dell’intervallo lungo.

I viaggianti, così, perfezionano la rimonta con un 14-33 di parziale nella terza frazione che indirizza definitivamente la partita, e non basta ai cassinati il 18-12 di parziale del quarto periodo, che riesce solo a diminuire il gap tra le due formazioni.

MVP della gara, Lo Biondo, che confenziona una doppia-doppia mostre da 25 punti e 10 rimbalzi; quattro, le persone in doppia cifra per Cassino, Lestini, 15 punti, Ani 14 punti, Moffa 13 punti, e Teghini, 13 punti.

“Non posso che fare i complimenti ai ragazzi per come si sono comportati quest’oggi” commenta alla fine del match il direttore sportivo rossoblù, Alberto Manzari.

“Tra Covid e infortuni, è inutile nasconderlo, siamo davvero in emergenza, e aver retto per due quarti contro la capolista, non può che rendermi fiero di questi ragazzi, che hanno avuto la forza di unirsi davanti alle difficoltà, e di provare con l’agonismo, il cuore e l’attaccamento alla maglia, di portare a casa il match. La gara, però, era davvero proibitiva ed è nata sotto una ‘luna storta’; non potevamo pretendere di più, obiettivamente, da questa partita. Dobbiamo, adesso, chiudere in fretta questo capitolo e resettare. Ripartiamo in settimana con la speranza di recuperare gli assenti, e carichi per affrontare la prossima partita a Forio, che per il nostro percorso in questo campionato, è inutile negarlo, sarà fondamentale”.

Prossimo incontro per i ragazzi rossoblù, domenica 23 gennaio contro Forio d’Ischia.

BPC Virtus Cassino - Moncada Energy Agrigento 66-78 (19-13, 15-20, 14-33, 18-12)

BPC Virtus Cassino: Federico Lestini 15 (5/7, 1/10), Uchenna Ani 14 (3/6, 2/5), Michael Teghini 13 (3/9, 2/8), Niccolò Moffa 13 (3/6, 1/4), Keller cedric Ly-Lee 6 (3/3, 0/4), Carlo Balducci 3 (0/1, 1/4), Marco Gambelli 2 (1/3, 0/1), Roberto Mastrocicco 0 (0/0, 0/0), Giorgio D'Alessandro 0 (0/0, 0/0), Simone Pontone 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 9 / 13 - Rimbalzi: 28 7 + 21 (Uchenna Ani 11) - Assist: 11 (Michael Teghini 5)

Moncada Energy Agrigento: Andrea Lo Biondo 25 (10/13, 0/1), Albano Chiarastella 14 (4/6, 2/3), Alessandro Grande 14 (3/4, 2/8), Nicolas Morici 11 (1/5, 3/4), Cosimo Costi 6 (3/6, 0/2), Santiago Bruno 5 (1/2, 1/4), Nicolas Mayer 3 (0/0, 1/2), Giuseppe Cuffaro 0 (0/0, 0/1), Luca Bellavia 0 (0/0, 0/0), Mait Peterson 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 7 / 9 - Rimbalzi: 45 8 + 37 (Cosimo Costi 12) - Assist: 8 (Alessandro Grande, Nicolas Morici 3)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cuore cassinate non basta: al PalaVirtus passa la capolista Agrigento, 66-78

FrosinoneToday è in caricamento