BPC Virtus Cassino, la squadra realizza il sogno chiamato serie A!

La squadra cassinate conclude una post season da favola battendo il San Severo per 78-75

Grandi emozioni alle Final di Montecatini per la squadra cassinate. La Virtus Cassino ha battuto la Cestistica San Severo 78 a 75 e si guadagna la serie A2. Per la prima volta nella storia. Inutile sottolineare la soddisfazione, la gioia e il clima di festa che si respira in città.

La gara

Passando alla cronaca del match, si inizia con Bottioni, Ciribeni, Di Donato, Rezzano e Scarponi da una parte, Panzini, Del Testa, Bagnoli, Cena e Carrizo dall’altra. La palla a due è vinta da Cassino, e a sbloccare il risultato è l’MVP di serata, Enzo Cena con un tiro da 3, al quale risponde subito Ciribeni in sottomano da 2. Carrizo in attacco perde palla e Rezzano in transizione sullo scarico di Bottioni, si iscrive anche lui a referto. Cassino, nonostante il primo tiro realizzato, nelle prime battute di gioco non è precisissima al tiro, e su un’altra conclusione da parte dei lupi rossoblù, è Bottioni che in contropiede firma il 7-3 San Severo. La Virtus non ci sta, e Carrizo si iscrive a tabellino con un tiro da 2 punti. San Severo cerca di attaccare sempre in velocità il ferro, puntando molto anche sui secondi possessi e l’energia a rimbalzo, strategia confermata anche da Di Donato, che dopo un tiro sbagliato, firma in tap-in il 9-5 San Severo. Al 5’ entra in partita anche Bagnoli, che in post incomincia a macinare punti come suo solito. Cassino però appare in difesa poco reattiva, e Ciribeni firma il 13-10. Le “V” rossoblù appaiono ancora appannate in attacco, e su una palla persa di Panzini nel tentativo di ribaltare il lato del campo in zona offensiva, ne esce un contropiede di San Severo che vale il più 6 per Smorto e soci. Vettese decide di “scommettere” sul tiro da 3 di Di Donato come piano partita; l’atleta in maglia nera difatti viene sistematicamente battezzato al tiro da Simone Bagnoli. Una scelta che almeno nelle prime battute di gioco non sembra pagare. Il risultato a 2 minuti dalla fine del 1° quarto, è di 12-19 per i sanseveresi. Si giunge al termine della prima frazione, dove le squadre si rispondono colpo su colpo, ma grazie ai punti di Cena, Bini e Carrizo dalla lunetta, i lupi virtussini rientrano nel match. È 22-23 al primo intervallo.

Il secondo e il terzo quarto di gioco

Si rientra in campo con gli stessi quintetti. Nei primi due minuti del 2° quarto non si segna, complici pessime percentuali al tiro di San Severo e poca reattività a rimbalzo degli uomini di coach Vettese, colpevoli di lasciare sicuramente troppi extra-possessi alla squadra avversaria. Protagonisti del secondo quarto, Bottioni, Ciribeni e Di Donato da una parte, Del Testa e Cena dall’altra. Il gioco è sempre molto fisico, ma soprattutto emotivo, con le due squadre che rimangono incollate l’una all’altra. All’intervallo lungo, allora, si va a riposo sul risultato di 41-44 sempre per San Severo. Riscendono in campo sul parquet gli atleti di entrambe le compagini, per gli ultimi venti minuti della stagione, ed i quintetti sono quelli con il quale si era incominciato. Cassino mette la freccia nel segno di Bagnoli, Panzini, Carrizo e Cena, nonostante una non ottima difesa sulla guardia giallo-nera Ciribeni, che terminerà la serata con ben 30 punti. La Virtus in ogni caso, è cinica e più precisa al tiro dopo l’intervallo lungo, e porta a termine il penultimo quarto di gioco, chiudendo in vantaggio sul 62-55.

Il finale

Nell’ultima frazione, Rezzano non riesce più ad incidere grazie ad un’ottima difesa di Cena, mentre Carrizo dall’altra parte macina punti. Ciribeni è l’unico a mantenere in linea di galleggiamento i suoi, ma a volte appare troppo egoista nel voler cercare la via del canestro. A due minuti dal termine, Scarponi, dopo una presenza impalpabile fino a quel momento in campo, infila una tripla che gela il popolo rossoblù venuto a sostenere i propri beniamini in massa. Ancora Cena, Panzini e Bini però rispondono presenti in fase di realizzazione, e Cassino riesce a mantenere il vantaggio. Per l’ultimo possesso, Ciribeni cerca di attaccare il ferro sul 77-75 per impattare il match e far sperare i suoi tifosi nel tempo supplementare. Bagnoli difende come un leone il proprio canestro e induce il capitano pugliese all’errore. A rimbalzo c’è sempre il numero 13, che va in lunetta dopo aver subito fallo e firma un 1 su 2 dalla lunetta che consente ai suoi di avere un possesso pieno di vantaggio a 3 secondi dalla fine. Il risultato è fermo sul 78-75.

San Severo non ha più time-out, e la preghiera da centrocampo di Smorto non trova il fondo della retina. Cassino esplode!

Il commento del sindaco D'Alessandro

"La BPC Virtus Cassino ha coronato un grande sogno, il sogno di migliaia di persone, il sogno di una città intera volando in serie A2. Negli anni l'impegno, la tenacia e soprattutto la passione hanno portato questo grande team a inanellare un risultato dietro l'altro, tanti successi e qualche piccola delusione. Ma oggi qui, dal parquet della Final Four di Serie B di Montecatini Terme il sogno è diventato realtà.  Per me come cittadino e come tifoso è un grandissimo onore. Io stesso da ragazzo sono stato un cestitsta, e amo questo sport, vedere i colori della nostra squadra salire nell'olimpo della sera A2 è una gioia indescrivibile. Bravissimi tutti. Gli atleti, il team, la società ma i complimenti vanno a tutti quei tifosi che non hanno mai mollato e che sono rimasti anche quando c'era poco da festeggiare."

Le altre promosse in serie A e la festa rossoblu

Promosse in A2 anche la Bakery Piacenza e il Baltur Cento. Sui social della Virtus Cassino si legge "Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni". Loro ci hanno creduto ed hanno raggiunto un traguardo prestigioso. Grande prova per squadra e staff sotto gli occhi dei loro tifosi. Ora esplde la festa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il tabellino

BPC Virtus Cassino – Allianz Pazienza Cestistica San Severo 78-75 (22-23, 19-21, 21-11, 16-20)
BPC Virtus Cassino: Enzo Cena 24 (5/7, 2/7), Manuel Carrizo 16 (4/9, 2/4), Simone Bagnoli 14 (6/9, 0/0), Maurizio Del testa 9 (0/0, 3/8), Lorenzo Panzini 8 (4/7, 0/4), Matteo Bini 5 (1/1, 0/0), Niccolò Petrucci 2 (0/0, 0/2), Giorgio Galuppi 0 (0/0, 0/0), Fabrizio De ninno 0 (0/0, 0/0), Riccardo Pasquinelli 0 (0/0, 0/0), Robert Banach 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 17 / 21 – Rimbalzi: 32 6 + 26 (Simone Bagnoli 9) – Assist: 13 (Manuel Carrizo 7)
Allianz Pazienza Cestistica San Severo: Leonardo Ciribeni 30 (13/18, 0/2), Emidio Di donato 14 (3/4, 2/6), Riccardo Bottioni 11 (5/12, 0/0), Ivan Scarponi 5 (1/2, 1/7), Antonio fabrizio Smorto 5 (1/3, 1/3), Massimo Rezzano 4 (0/5, 1/3), Riccardo Malagoli 4 (1/2, 0/0), Giorgio Di bonaventura 2 (0/1, 0/0), Vincenzo Ventrone 0 (0/0, 0/0), Luigi Coppola 0 (0/0, 0/0), Giuseppe Iannelli 0 (0/0, 0/0), Levan Babilodze 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 12 / 22 – Rimbalzi: 37 12 + 25 (Emidio Di donato, Massimo Rezzano 8) – Assist: 12 (Riccardo Bottioni 6)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Cassino, positivo al Covid ma lo scoprono dopo morto. Portato via con il montacarichi

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento