Broccostella, al via la stagione della Prima Divisione Femminile

Mercoledì 16 settembre capitan Katia Staffieri e socie sono tornate in palestra per la prima volta nella stagione agonistica 2020/2021, per dare il via a questa nuova e diversa esperienza

Dopo la Prima Divisione maschile, anche le ragazze della Prima Divisione femminile allenate da coach Simone Di Stefano hanno varcato ufficialmente le porte del "Palasport di Broccostella".

Nella serata di mercoledì 16 settembre capitan Katia Staffieri e socie sono tornate in palestra per la prima volta nella stagione agonistica 2020/2021, per dare il via a questa nuova e diversa esperienza. Dopo aver ottemperato alle norme anti covid, per la rosa e lo staff è stato il momento di un breve raduno informale, che ha dato la possibilità a vecchie leve e nuovi innesti di conoscersi, per poi passare subito alle misurazioni antropometriche ed ai test fisici, seguiti dalle prime direttive della panchina verdeblu.

Simone Di Stefano, coach della Pallavolo Broccostella, ha dichiarato "Sono entusiasta di essere ritornato in palestra a lavorare, prima da atleta e poi da allenatore. Come mi aspettavo, le ragazze hanno iniziato sin da subito a dare il 110%, per sè e per le proprie compagne. La squadra è composta da un ottimo mix di esperienza e gioventù che, sono certo, ci permetterà di ben figurare nelle gare che ci aspetteranno. Come ho detto loro al momento del raduno, dobbiamo fare della coesione e dello spirito di sacrifico e di appartenenza il cuore del nostro progetto, poi le soddisfazioni saranno una naturale conseguenza. La promessa che mi sento di fare a chi ci segue da anni con affetto è che, ancora una volta, venderemo cara la pelle su ogni pallone".

Anche la palleggiatrice Iulia Proia ha deciso di raccontare un po' le sue sensazioni, pre e post rientro, e la sua passione per questo sport "La pallavolo è, da molti, considerta come  un semplice sport ma, dal momento in cui la provi, diventa un vero e proprio stile di vita: ti alzi la mattina e il tuo primo pensiero è l’allenamento, o la partita.  Ecco, questo è stato il pensiero costante in questi mesi di “astinenza”. Finalmente è ricominciato tutto, fatico ancora a crederci!  Ritornare in palestra mercoledì scorso è stata una gioia immensa, un tripudio di emozioni.  Penso che il volley sia lo sport di squadra per eccellenza perchè tutti lottano per lo stesso obiettivo, ogni tocco è suboridinato a quello del compagno, non è mai il singolo a prevalere e vincere. Ci sono stati momenti, non lo nego, in cui anche nella mia mente c'è stato il pensiero di abbandonarla, ma la passione ha sempre vinto, ed aver ritrovato le mie compagne e la mia società ancora una volta mi ha fatto capire di aver fatto la scelta giusta. Penso che vivere lo spogliatoio sia una delle esperienze sociali più divertenti e formative che si possano avere nella vita, e sono davvero contenta della squadra di quest'anno. Sono sicura che, insieme, ci toglieremo davvero tante soddisfazioni per noi, per lo staff, e per la società che sta credendo tanto in noi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento