Mercoledì, 19 Maggio 2021
Sport

Serie B, il Frosinone scaccia fantasmi e critiche: vittoria 2-0 sul Venezia. Le pagelle

I ciociari portano a casa tre punti importanti dal Penzo. A decidere la sfida i gol nella ripresa di Novakovich e Szyminski

Il Frosinone passa a Venezia e si sblocca. Decisivi i gol di Novakovich e Szyminski nel secondo tempo. Con questa vittoria, Nesta, se mai ce ne fosse stato bisogno, scaccia i fantasmi e consolida la sua pozione in panchina.

Nella prima frazione sono i padroni di casa a giocare meglio e a rendersi più pericolosi, anche se Bardi non dovrà effettuare nemmeno una parata. Nella ripresa invece è tutto un altro Frosinone, specialmente con l’ingresso di Novakovich e Zampano. Al 58’ si sblocca la contesa: rimessa laterale di Brighenti, palla che arriva a Rohden che di petto l’appoggia all’accorrente Novakovich che di controbalzo insacca. Il Frosinone continua a pungere e prima sfiora il raddoppio con il neo entrato Dionisi e poi va in gol con Szyminski al 71’: corner corto, palla a Beghetto che crossa in mezzo con il destro, stacco imperioso dell’ex Palermo e Lezzerini battuto. Nei venti minuti finali il Frosinone controlla la partita da grande squadra e porta a casa i primi importantissimi tre punti del proprio campionato.

Tabellino

VENEZIA (4-3-1-2): Lezzerini; Mazzocchi, Modolo, Ceccaroni, Felicioli; Fiordilino (17’ st Crnigoj), Taugourdeau (41’ st Karlsson), Maleh; Aramu (27’ st Di Mariano); Bocalon (17’ st Forte), Capello (27’ st Johnsen).

A disposizione: Pomini, Ferrarini, Molinaro, Vacca, Cremonesi, Marino, Bjarkason.

Allenatore: P: Zanetti.

FROSINONE (3-4-1-2): Bardi; Brighenti, Szyminski, Curado; Salvi (5’ st Zampano), Maiello, Kastanos, Beghetto (42’ st D’Elia); Rodhen; Parzyszek (5’ st Novakovich), Ciano (23’ st Dionisi).

A disposizione: Iacobucci, Marcianò, Ariaudo, Capuano, Tabanelli, Tribuzzi, Vitale, Ardemagni.

Allenatore: Nesta.

Arbitro: signor Alberto Santoro delle sezione di Messina; assistenti sigg. Giacomo Paganessi di Bergamo e Giuseppe Maccadino di Pesaro;  Quarto Uomo signor Eugenio Scarpa di Collegno (To).

Marcatore: 13’ pt Novakovich, 25’ st Szyminski.

Note: spettatori 500 circa; angoli: 9-3 per il Venezia; ammoniti: 33’ pt Maleh, 39’ pt Salvi, 44’ pt Modolo; recuperi: 2’ pt; 5’ st.

Pagelle: Novakovich e Zampano che impatto, da rivedere l’attaccante polacco

Bardi 6: il Venezia spinge nel primo tempo, ma non impegna mai il portierone giallazzurro che comunque si fa trovare sempre pronto le rare volte che il pallone passa dalle sue parti.

Brighenti 6: qualche sbavatura di troppo, ma nel finale la sua esperienza è importante per tenere il risultato senza rischiare.

Szyminski 7: gioca a sorpresa al centro della difesa e non fa rimpiangere il titolare Ariaudo. Segna il primo gol in maglia canarina con un imperioso colpo di testa.

Curado 6.5: ottima la sua prima prova in maglia canarina. Concede poco agli attaccanti lagunari ed è tra i migliori quando il Venezia spinge.

Salvi 5.5: parte bene, poi con il passare dei minuti la sua prestazione cala di tono.

Kastanos 6: partita diligente la sua. Pensa più alla fase di contenimento che ad inserirsi negli spazi.

Maiello 6.5: nel primo tempo, complice la pressione dei padroni di casa, fatica a mettere in mostra le sue qualità, sale invece nella ripresa dove prende in mano il centrocampo giallazzurro.

Rohden 6.5: così come Maiello anche lui parte male per poi uscire fuori nel secondo tempo. Sempre pericoloso quando attacca la profondità. Suo l’assist per il gol di Novakovich.

Beghetto 6.5: soffre un po’ nei primi 45 minuti come tutti i suoi compagni, poi cresce nella ripresa. Assist al bacio (e di destro) per il raddoppio di Szyminski.

Ciano 5.5: si vede poco quest’oggi, il terreno pesante non facilita un calciatore con le sue caratteristiche.

Parzyszek 5.5: non è ancora in sintonia con i compagni ed è comprensibile visto che è arrivato da pochi giorni in Ciociaria. Si fa notare solo con una bella azione in coppia con Ciano che si conclude con un tiro troppo debole e centrale.

Novakovich 7: il suo ingresso cambia radicalmente la partita. Bravo a credere nell’appoggio di Rohden e a trafiggere Lezzerini con un bel tiro di destro. Importante il suo lavoro sporco nei minuti finali.

Zampano 7: un voto più che meritato per l’ex Pescara. Spesso viene criticato per il suo atteggiamento sufficiente in campo, ma quest’oggi entra con la determinazione e cattiveria giusta. Spinta costante sulla destra, da una sua azione personale arriva il corner che porta al 2-0.

Dionisi 6: potrebbe subito segnare il 2-0 con un tiro a giro che si spegne sul fondo. Entra bene come i suoi compagni.

D’Elia SV: entra nel finale per far rifiatare Beghetto.

Nesta 7: secondo alcune voci era già con le valige in mano. Lui mette a tacere tutti con i tre punti e indovinando i cambi che di fatto decidono la partita a favore del Frosinone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie B, il Frosinone scaccia fantasmi e critiche: vittoria 2-0 sul Venezia. Le pagelle

FrosinoneToday è in caricamento