Calcio, Alessandro Nesta: "Vogliamo scrivere anche noi la storia del Frosinone"

Il club giallazzurro oggi compie 91 anni, l'ex difensore del Milan: "Mi piace veramente tanto la mentalità dei tifosi ciociari. Spero di scrivere anche io un pezzo di storia di questo club"

Per presentare la sfida con il Venezia, è intervenuto in conferenza stampa mister Alessandro Nesta:

«Abbiamo sbagliato due partite su tre. Credo che le prossime siano importanti. Tutti i match valgono tanto ma i prossimi, visto il nostro inizio, sono decisamente importanti. Saranno tre sfide difficili, con squadre forti. In casa abbiamo fatto le cose migliori, anche se a Chiavari le cose sono state fatte bene. È mancata un po’ di cattiveria, ma la prestazione c’è stata. Gol presi? Io non butto la croce addosso ai difensori, anche perché se fai gol cambia la partita. Ovvio, specie sulle palle inattive soffriamo un po’ e alcuni movimenti difensivi sono da migliorare, ma è tutta la squadra che deve crescere, non solo un reparto. Quando durante una partita fai 15-20 minuti forti, devi concretizzare, altrimenti si fa dura. Settimana? Brucia ancora per Chiavari, se avessimo vinto sarebbe stata sicuramente migliore. Ma siamo pronti per le prossime sfide. Contro l’Ascoli in casa ci siamo fatti rispettare anche fisicamente e non è una questione di caratteristiche di un calciatore, è questione di mentalità. Se tu non metti la giusta cattiveria in quel che si fa, rischi di perdere e subire anche fisicamente gli avversari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I parametri con cui decido la formazione sono tanti, poi c’è da considerare le tre partite ravvicinate. E sicuramente farò delle scelte anche in base a questo. Capuano ha fatto molto bene a Chiavari. Il giorno che è stato chiamato in causa ha fatto subito una prestazione importante. Torna Brighenti, ma vediamo chi gioca. Ci sono, come detto, tante partite ravvicinate e lo spazio può esserci per tutti. Non credo che solo l’esperienza conti in questa categoria, ma in generale nel calcio. Contano le motivazioni. L’anno scorso è stata una stagione difficile. Il mio obiettivo è ricreare entusiasmo. Ricreare l’energia positiva è la cosa più importante. Abbiamo visto che le neopromosse, magari con calciatori più scarsi rispetto ai nostri, stanno facendo bene. Questo perché hanno entusiasmo e vanno a mille. Noi siamo l’inverso. L’obiettivo principale, quindi, è ricreare entusiasmo. Quando ai calciatori si riaccenderà la fiammella, credo che la squadra possa fare molto bene. I 91 anni? Come per ogni club nella storia ci sono alti e bassi. Io posso dire che quello che ha fatto quest’anno la gente qua sottoscrivendo così tanti abbonamenti dopo un’annata difficile, è qualcosa di veramente importante. A me piace la mentalità che hanno i tifosi. Speriamo di scrivere anche noi un pezzettino di storia».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morto Guglielmo Mollicone, il padre che non ha smesso mai di lottare per la verità

  • Scontro frontale tra due auto lungo la Cassino-Formia: muore l'89enne Silvana Pellecchia

  • Maxi blitz, ecco chi sono gli arrestati a capo della banda di spacciatori (foto)

  • Cassino, si barrica in un bar e ferisce al volto un carabiniere

  • Muore a 58 anni il carabiniere Vito Antonio De Vita. Lunedì i funerali

  • Supera l'auto della Polizia Provinciale, ma la multa per eccesso di velocità viene annullata perché illegittima

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento