Sport

Cassino, campionati assoluti di Scherma: ecco i campioni della spada femminile e maschile

Nella giornata di oggi, domenica 30 maggio, cala il sipario con la sciabola femminile e maschile

Dopo i primi due giorni di gare di fioretto maschile e femminile, nelle giornate di venerdì e sabato a scendere in pedana agli Assoluti di scherma di Cassino sono stati gli “spadisti”.

Giulia Rizzi ha conquistato il suo primo titolo nazionale nella spada femminile. La portacolori delle Fiamme Oro, classe 1989, è arrivata a questo risultato grazie alla vittoria in finale contro Rossella Fiamingo del Centro Sportivo Carabinieri per 15-10. Match decisivo che è andato avanti in perfetta parità fino al 9-9, quando la friulana ha nettamente allungato fino alla conquista del tricolore.  Ancora prima erano arrivate le vittorie contro la neo campionessa under 20 Sara Maria Kowalczyk 15-11, poi contro Brenda Briasco della Cesare Pompilio Genova 15-7 e infine, con lo stesso punteggio, contro Alberta Santuccio delle Fiamme Oro.

Percorso molto ostico quello di Rossella Fiamingo, che l’ha vista sfidarsi con le sue compagne di nazionale: nel tabellone dei 32 con la campionessa italiana uscente Federica Isola (15-8), poi con l’azzurra del Centro Sportivo Esercito Mara Navarria con la quale ha vinto l’assalto alla priorità 7-6. Nei quarti la siciliana ha superato 15-9 Gaia Traditi delle Fiamme Oro e poi, con il medesimo risultato, la rappresentante dell’Aeronautica Beatrice Cagnin che, in questa occasione, ha conquistato anche il titolo under 23.

“Ho tirato libera, mi sono divertita e sono stata davvero felice per il risultato finale. Mi ero fissata l’obiettivo di entrare tra le prime otto e poi divertirmi. È andata benissimo a partire dal girone, quando ho cominciato a ingranare, a provare delle ottime sensazioni fisiche e mentali che mi hanno condotto sino in fondo” ha raccontato Giulia Rizzi.

Per la terza volta in carriera Paolo Pizzo è campione italiano di spada

Nella giornata di sabato sono stati gli spadisti a scendere in pedana per l’assegnazione del titolo maschile. Per la terza volta in carriera Paolo Pizzo è campione italiano di spada. Dopo le edizioni di Bologna 2012 e di Acireale 2014, il trentottenne dell’Aeronautica Militare ha vinto anche il titolo 2021 superando la concorrenza dei 184 atleti in gara oggi a Cassino. L’atto finale di gara è stato nel segno della Sicilia, con la sfida tra Pizzo ed Enrico Garozzo, che fino all’ultimo ha provato a resistere ai crampi, ma che alla fine ha ceduto ed è stato costretto al ritiro quando era sotto 11-8.

Il due volte campione del mondo ha vissuto un quarto di finale suggestivo con il campione olimpico di Pechino 2008 Matteo Tagliariol, vinto 15-13. In semifinale, invece, si è trovato di fronte il compagno di squadra dell’Aeronautica Militare Enrico Piatti, già oro ai Mondiali under 17 di Torun nel 2019 e spadista di 19 anni più giovane, riuscendo a far prevalere la sua esperienza e ottenendo il passaggio alla finale con il punteggio di 15-7. Ad Enrico Piatti, classe 2002, è andato il titolo italiano under 23.

Enrico Garozzo, invece, è arrivato al match conclusivo dopo una semifinale vinta con grande forza e nonostante i dolori fisici contro Andrea Vallosio dell’Aeronautica Militare. Un assalto portato a casa all’ultima stoccata 15-14, così come successo anche in precedenza nel tabellone degli otto, dove il carabiniere di Acireale ha avuto la meglio 14-13 alla priorità su Davide Di Veroli delle Fiamme Oro. "Stamattina ci credevo zero. Però poi in pedana ho dato tutto, come sempre.

Dispiace non aver potuto concludere la finale contro Enrico Garozzo, ma per me è una grande soddisfazione questo terzo titolo italiano individuale, conquistato superando qualche acciacco, presentandomi qui al meglio e mettendo in pedana tantissime motivazioni", il commento di Paolo Pizzo dopo la vittoria. "Nonostante l'età riesco a essere ancora competitivo e non ho alcuna voglia di fermarmi. È stato bello scoprire queste sensazioni in gara, confrontandomi contro tanti amici, ma dandoci battaglia in pedana. Un po' come nel rugby. È il mio stile, il mio modo di essere", ha chiosato il due volte campione del mondo”.

Seduta del Consiglio Federale di maggio

E sempre nella giornata di sabato si è svolta a Cassino, dove sono in corso i Campionati Italiani Assoluti 2021, la seduta del Consiglio Federale del mese di maggio. Diversi i punti all’ordine del giorno all’esame dei rappresentati eletti della Federazione Italiana Scherma.

Per sostenere le società in questo delicato e fondamentale periodo di ripartenza, accompagnandole verso l’agognato ritorno alla normalità dopo le numerose restrizioni imposte dalla pandemia, il Consiglio ha deciso che anche per la prossima stagione schermistica verrà data continuità alla scelta di erogare un contributo straordinario la cui somma, per il prossimo anno, ammonterà a un totale di 750mila euro.

Presente nella giornata di sabato al Cosilam anche l’assessore allo Sport Maria Concetta Tamburrini. I presidenti giunti a Cassino da tutta Italia hanno avuto l’opportunità di fare un mini tour con l’assessore allo Sport per scoprire le bellezze di Cassino a partire dal museo “Carettoni” dove c’è la statua dell’atleta di Cassino. “Lo sport unisce chi ha a cuore il futuro dei giovani” ha chiosato la Tamburrini. A suonare l’inno nazionale è stata la Banda “Don Bosco” città di Cassino.

Oggi appuntamento con la sciabola femminile e maschile

Nella giornata di oggi, domenica 30 maggio, cala il sipario con la sciabola femminile e maschile. La città di Cassino farà conoscere a tutta Italia il corteo storico “Sancti Benedicti” che sarà presente con una delegazione al momento delle premiazioni degli atleti che poi andranno a Tokyo, alle olimpiadi.

Aldo Terranova non nasconde l'orgoglio e commenta: “Quella di sabato è stata la giornata dedicata al territorio: è iniziata con la banda “Don Bosco”, abbiamo avuto il Consiglio federale che ha fatto poi visita all’Abbazia di Montecassino e alla zona archeologica, quindi anche all’atleta di Cassino e per finire abbiamo fatto vedere all’Italia intera il corteo storico “Sancti Benedicti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassino, campionati assoluti di Scherma: ecco i campioni della spada femminile e maschile

FrosinoneToday è in caricamento