Coppa Davis, Lorenzi da infarto. Annulla tre match point e porta l’Italia in vantaggio a Pesaro

La Davis è la Davis c’è poco da fare. Una competizione a squadre di uno sport individuale come il tennis che riesce a far tirar fuori dai giocatori energia impensabili e che manda a farsi fottere le classifiche ed i crampi dopo le 4 ore di

Coppa Davis, Lorenzi da infarto. Annulla tre match point e porta l’Italia in vantaggio a Pesaro

La Davis è la Davis c’è poco da fare. Una competizione a squadre di uno sport individuale come il tennis che riesce a far tirar fuori dai giocatori energia impensabili e che manda a farsi fottere le classifiche ed i crampi dopo le 4 ore di

gioco. All’Adriatic Arena di Pesaro, struttura veramente e bella e funzionale con addirittura una rete wifi in sala stampa velocissima sopra a50 Mb in download, davanti a circa 4000 mila persone (ovviamente senza Federer e Wawrinka aspettarsi il tutto esaurito era impossibile) l’Italia di Capitan Barazzutti rispetta il pronostico e si porta sul 2 a 0 sulla Svizzera. Il senese Paolo Lorenzi si è esaltato, ha sofferto ed alla fine dopo oltre 4 ore e 40 minuti di sofferenza, e dopo aver annullato ben 3 match point, ha avuto la meglio sul quel Marco Chiudinelli (in vantaggio per tre a zero negli scontri diretti), conosciuto da sempre come il miglior amico sin dai tempi dell’infanzia di Federer, che nonostante i 120 posti in classifica di differenza con l’italiano (54 Lorenzi e 174 lo svizzero) ha giocato a tratti da fenomeno vero, rischiando nei momenti importanti ed arrivando ad issarsi sul 5 a 2 nel quinto set, dopo che Paolino, oggi per tutti il Paolone nazionale, aveva avuto anche un risentimento muscolare sul 2 a 1 sotto. Una di quelle partite dove il valore dei giocatori in campo non conta, ma dove contano solo le emozioni che si riescono a trasmettere al pubblico. Certo anche se Paolo avesse perso, probabilmente, i ragazzi di capitan Barazzutti avrebbero comunque potuto batte la Svizzera, ma la prova di carattere di Lorenzi rimarrà nella storia della nostra nazionale anche e soprattutto per il fatto che Paolo è un bravissimo ragazzo in campo e fuori e merita tutto il rispetto possibile e speriamo, come ha detto lui stesso a fine partita, che questa sua partita rimarrà negli occhi dei più giovani come esempio positivo da seguire per avvicinarsi a questo stupendo sport. “Sin da bambino – ha poi spiegato in sala interviste Paolo Lorenzi – sognavo di fare una partita di queste in Coppa Davis. Di annullare 3 match Point e di andare a vincere al quinto set. Una partita storica che sicuramente metto al primo posto tra le vittorie più importanti e che dedico alla mia famiglia per tutti gli sforzi che ha fatto per farmi giocare ed alla mia ragazza che mi è sempre vicina”.

Da Pesaro, Daniele Flavi (AGL)

Si ringraziano gli amici di formulatennis.com per le foto

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Frosinone "quando nevicherà?" Cosa dicono le previsioni meteo

  • Giovane infermiera muore nel sonno, familiari e colleghi sotto choc

  • Neve in Ciociaria, a Frosinone ed altri comuni chiuse le scuole lunedì 18

  • Coronavirus, la Ciociaria ed il Lazio in zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Tanta acqua e poco carburante nelle cisterne: denunciato titolare di un distributore (video)

  • Colleferro, passata l’euforia per Amazon e Leroy Merlin, arrivano i licenziamenti ed i dubbi sulla sostenibilità ambientale

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento