Esperienza e concretezza, alla Giò Volley arriva Deborah Liguori

Altro colpo di mercato messo a segno dalla Giò Volley. Presa la romana Deborah Liguori, martello-ricevitore, classe 1989, 178 cm di classe ed esplosività, l'attaccante di banda che mancava nello scacchiere della società di Aprilia.

Deborah Liguori

Altro colpo di mercato messo a segno dalla Giò Volley. Presa la romana Deborah Liguori, martello-ricevitore, classe 1989, 178 cm di classe ed esplosività, l'attaccante di banda che mancava nello scacchiere della società di Aprilia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si tratta di un acquisto fondamentale che va così a completare l'organico per quanto riguarda gli attaccanti laterali, la dirigenza si è mossa per tempo per aggiudicarsi una giocatrice di esperienza, duttilità tattica e grande concretezza in attacco. Deborah ha iniziato nella Capitale, la prima esperienza in serie A2 nel 2006 con la Virtus Roma, poi ha vestito le maglie di Aeronautica Militare, Volley Santa Croce, IHF Frosinone e Omia Cisterna, lo scorso anno era a Maglie in serie B1. “Appena mi è stato proposto di giocare con Aprilia non ho avuto la minima esitazione a dire si, posso dire di giocare in casa, visto che sono quattro anni che vivo ad Aprilia assieme al mio ragazzo. É una società che vuol fare le cose in grande e ha ambizione, per questo sono contenta della mia scelta. Conosco qualche ragazza e sto iniziando anche con lo staff. Tonino Federici è molto energico e ti trasmette molto, è vulcanico. Ho vissuto le ultime due stagioni tra alti e bassi, sono convinta che Aprilia sia la destinazione giusta per togliermi belle soddisfazioni, del resto quello che hanno fatto nelle ultime stagioni è da elogiare, sempre un passo in avanti rispetto all'anno precedente. Non voglio sbilanciarmi, ma la squadra è buona, poi starà a noi dimostrarlo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento