Carraro, Curado e Baroni in coro: "Il Frosinone è una squadra forte, merita di stare in alto"

Tempo di presentazioni in casa Frosinone: a parlare i tre rinforzi arrivati alla fine del calciomercato

Tempo di presentazioni in casa Frosinone. A parlare ai microfoni della società giallazzurra sono stati in questi giorni gli ultimi arrivi Curado, Baroni e Carraro. Prima della gara di sabato con l'Ascoli toccherà anche a Parzyszek, Kastanos e al direttore Alessandro Frara. 

Marco Carraro: "Il trascorso che ho avuto con Nesta al Perugia è stato importante per la scelta di approdare a Frosinone. Con il mister e il suo staff mi sono trovato bene, per cui sono contento dell’opportunità che mi sta dando insieme alla Società giallazzurra. Arrivo in una piazza molto ambiziosa ed esigente, quanto al campo dobbiamo pensare partita per partita e non fissarci obiettivi e penso così facendo che potremmo riuscire a disputare un buon campionato. Una squadra molto esperta, con giocatori che si conoscono da diversi anni peraltro di categoria superiore. Penso che sia uno degli organici più forti della serie B. A centrocampo mi piace giocare sia da play davanti alla difesa ma anche a due. Le caratteristiche sono di un giocatore al quale piace andare a prendere il pallone, palleggiare con i compagni, giocare un buon calcio sotto il profilo del fraseggio".

Riccardo Baroni: "Sono un difensore centrale, mancino. Ho giocato sia nella difese a tre sia a quattro nelle mie esperienze passate. Mi piace impostare l’azione dal basso, giocare il pallone e poi ovviamente mi piace marcare l’avversario e cercare di vincere più duelli possibili. E’ il mio primo anno in questa categoria dopo 3 stagioni di prestito in serie C. E’ un campionato nuovo, quindi dovrò adattarmi almeno nel primo periodo e cercare di migliorarmi che poi è il mio obiettivo principale. Unitamente al fatto di riuscire a dare un contributo alla squadra. Mio padre mi ha detto che è una piazza bella, che probabilmente merita anche di stare in serie A sia per l’organizzazione societaria che anche per i tifosi e per quello che rappresenta Frosinone nel calcio italiano. Nesta per i difensori è sicuramente un idolo, è stato uno dei difensori più forti nel periodo in cui io da piccolino guardavo le partite. Ciò sicuramente ha influito nella scelta, sono sicuro che a noi difensori possa dare quei consigli, quelle accortezze che aiutano a migliorarci. Per quanto riguarda l’infortunio, sto benissimo anche se non ho ripreso da molto tempo. E piano piano recupererò la condizione ottimale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Marcos Curado: "Frosinone è stata una scelta facile. Da due anni sono in Italia e so perfettamente cosa rappresenta il Frosinone nel panorama del calcio di questo Paese. Dal primo giorno nel quale mi sono messo a disposizione ho cercato di essere pronto nel caso fosse arrivata la chiamata per andare in campo. Posso dire che sia nella gara di Venezia che negli allenamenti quotidiani, ho visto un gruppo che ha voglia di lavorare, di crescere. E questo per me è importantissimo. Come sempre, ogni stagione prima della partenza ci sono delle squadre favorite ma il calcio è bello anche per questo perché poi riserva sempre delle sorprese. Noi siamo forti, bisogna lavorare e giocare con l’atteggiamento giusto una partita dietro l’altra. Spero di trovare il primo gol in Italia con questa maglia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Cassino, positivo al Covid ma lo scoprono dopo morto. Portato via con il montacarichi

  • Coronavirus, muore Pino Scaccia. L'addio di Vacana: ‘In Ciociaria lo avevamo premiato un mese fa’

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento