Frosinone calcio, messa di Natale e cena al Benito Stirpe

Serata ricca di emozioni con lo staff, dirigenti, tecnici e la squadra al gran completo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FrosinoneToday

Serata bella, intensa, emozionante. Il Frosinone al completo – in prima fila il presidente Maurizio Stirpe con la consorte signora Barbara – partecipa prima alla Messa di Natale officiata nella Chiesa di Santa Maria Goretti in piazzale Europa e poi si sposta presso la Guest Area del ‘Benito Stirpe’ per la cena per dirigenti, tecnici, staff e calciatori.

Il commento di S.E. Monsignor Spreafico

Chiesa gremita anche dai bambini della Scuola Calcio giallazzurra che hanno accompagnato le parole del Vescovo della Diocesi di Frosinone, Sua Eccellenza Monsignor Ambrogio Spreafico. Il quale nell’omelia durante la Santa Messa ha coinvolto i presenti con frasi toccanti: "In un mondo sempre più difficile e toccato da guerre e tragedia, noi dobbiamo cercare di guardare ed operare verso ciò che ci circonda e mai badare ai personalismi. Il nostro deve essere sempre più un lavoro di squadra – ha detto il Vescovo rivolto alle prime file dove erano posizionati tecnico e calciatori – proprio come il vostro. E a lei, mister – ha detto rivolgendosi a Longo – chiediamo continuità per il nostro Frosinone". La Messa era iniziata con un lungo ed articolato passaggio della Bibbia letto da capitan Alessandro Frara.

Le parole di S.E. Emilia Zarrilli

Giochi di luci e colori nella Guest Area dello stadio ‘Benito Stirpe’, il tutto accompagnato da violino e pianoforte. Il Frosinone Calcio, con staff, dirigenti, calciatori e dipendenti ha scambiato gli auguri in vista delle festività natalizie, in una location bella ed elegante: “E’ un piacere festeggiare oggi tutti insieme nella nostra casa – così il Prefetto di Frosinone, dottoressa Emilia Zarrilli -, per questo gli auguri assumono un significato diverso, di stabilità. Grazie al presidente Stirpe, per quello che ha offerto al territorio. Uniti si è più forti e la costruzione di questo impianto lo dimostra, perché l’unità di intenti e di vedute lo ha consentito”.

Il bilancio del presidente Stirpe

Un lungo applauso ha accolto il presidente Maurizio Stirpe, che ha voluto tracciare un bilancio del 2017 dei giallazzurri: “Possiamo dividere l’anno in due parti, la prima in cui abbiamo creato aspettative, che poi non siamo riusciti a rispettare, ma in questo c’è stato l’impegno di tutti, per un obiettivo che non era così scontato. Stasera voglio ringraziare i ragazzi che il 29 maggio hanno perso con grande dignità e secondo me immeritatamente. Nel secondo semestre invece, abbiamo cercato di ricostruire un percorso, con l’intento progressivamente di restituire un clima di entusiasmo. Siamo riusciti a realizzare lo stadio, dimostrando che anche la zona del centro-sud dìItalia può fare piccoli miracoli, grazie all’apporto delle Istituzioni, che ringrazio tutte in maniera incondizionata. Ripartiamo da qui, costruendo insieme un percorso importante, perché con l’io non si va da nessuna parte. Il Frosinone Calcio deve essere l’esempio del fare, sono convinto che così ci toglieremo grandi soddisfazioni”.

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento