Venerdì, 24 Settembre 2021
Sport

Frosinone calcio, novità per Frara e Zappino

Oltre alle notizie sull'organigramma Maurizio Stirpe conferma "Abbiamo iniziato ad operare con i fondi del crowdfunding". La società giallobù è sempre in fermento

L'estremo difensore Massimo Zappino e capitan Alessandro Frara non sono stati convocati per la prossima stagione. In molti si sono chiesti come mai. Per loro ci sono altri progetti, sempre targato Frosinone calcio. Per loro c’è un nuovo ruolo nella grande famiglia gialloblù e soprattutto c’è il riconoscimento del presidente Maurizio Stirpe che rinadisce: “Nel Settore giovanile la grande novità è rappresentata dall’ingresso di Alessandro Frara e Massimo Zappino. Ringrazio Frara perché in questi anni è stato un punto di riferimento. Per cui è giusto che il Frosinone sappia guardare al futuro e prenda in considerazione certe figure. Ho chiesto a Frara di intraprendere questo percorso. Perché un bravo giocatore è anche quello che sa quando alzarsi dal tavolo. Farà il Corso per diventare direttore sportivo e per lui si profila una opportunità importante. Ed anche a Massimo ho voluto dare questa possibilità, fa parte di questo ciclo triennale. Sarà il preparatore dei portieri di una delle squadre giovanili. Ho pregato entrambi, li ringrazio per aver accettato”.

Il crowdfunding

Abbiamo iniziato ad operare con i fondi del crowdfunding – ha proseguito Stirpe – . Quella serie di opere è partita, con la zona destinata al Frosinone Pub, ai nostri tifosi e nel quale ci saranno spazi multimediali in grado di far godere il Frosinone sette giorni su sette. E tutto questo lavoro implica la inagibilità di alcune aree tra le quali quella della sala conferenze. Completeremo in questo periodo tutte le recinzioni, le installazioni dei cancelli, l’ufficio della Comunicazione e del Marketing. Entro la fine di agosto tutte le opere fatta eccezione per il Frosinone Village saranno definite. Perché come sapete il Frosinone Village è legato alla realizzazione della strada di accesso. Fin quando non ci sarà l’autorizzazione non potremo iniziare quel tipo di opera. E’ un grande cruccio – spiega il patron gialloblù -, puntiamo molto su quell’area per quanto riguarda l’intrattenimento e la fidelizzazione dei nostri tifosi. Ma non è un problema che dipende solo da noi. Quello che dipende da noi sappiamo affrontarlo e risolvere. Siamo mossi dall’ottimismo della volontà che a volte stride con il pessimismo della ragione – ironizza un po’ il massimo dirigente giallazzurro -. Contiamo in sostanza di eseguire il 70% delle opere. Parallelamente portiamo avanti l’ampliamento del centro sportivo: un campo di calcio, spogliatoi aggiuntivi, la sistemazione dell’area dedicata alla sala conferenze, alla palestra, un Centro di accoglienza per i famigliari che portano i figli alla Scuole calcio o a giocare con le squadre minori. Un’opera che contiamo di far partire quest’anno e di realizzare entro la fine della stagione. E che viene alimentata con un’operazione di rifinanziamento della TIS”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frosinone calcio, novità per Frara e Zappino

FrosinoneToday è in caricamento