Giovedì, 28 Ottobre 2021
Sport

Fabrizio Donato si ritira: il primatista italiano nel salto triplo si racconta in un video emozionante

Il triplista ciociaro è ancora oggi primatista italiano nel salto triplo sia outdoor (17.60) che indoor (17.73), ha partecipato a ben cinque Olimpiadi, con il bronzo olimpico conquistato nel 2012 a Londra

Gli atleti italiani ci stanno facendo vivere tante emozioni in queste Olimpiadi di Tokyo 2020. Le vittorie inaspettate di Jacobs e Tamberi con le rispettive emozionanti storie alle spalle, la medaglia d’oro conquistata da Massimo Stano nei 20 Km di marcia. Ma anche alcuni che non sono riusciti a salire sul podio ci hanno fatto emozionare, come la Pellegrini che dopo aver raggiunto la sua quinta finale di fila ha annunciato il suo ritiro dalle vasche professionistiche. Un addio al nuoto che sicuramente non ha lasciato indifferente il popolo italiano, visto il suo grande percorso agonistico.

Un altro atleta che ha fatto la storia e ha contribuito ad innumerevoli successi per la nostra Nazione ha annunciato il suo ritiro nella giornata di ieri: Fabrizio Donato. Il 45enne di Frosinone ha appeso le scarpette al chiodo tramite un video pubblicato su Youtube.

Una clip di 8 minuti dove l’atleta delle Fiamme Gialle ha ripercorso i momenti più importanti della sua carriera e lo ha fatto tramite un foglio bianco che, con il passare dei minuti, si è pian piano riempito con i suoi ricordi.

Il racconto di Fabrizio Donato

“Ciao ragazzi, ci siamo. Ecco il video che non avrei mai voluto fare, ma… a tutto c’è un inizio e a tutto c’è una fine – esordisce così nel suo video Fabrizio Donato – è triste ma è così, non ci si può fare nulla. La mia favola ebbe inizio un po’ di anni fa nella mia amata Frosinone dove ho mosso i primi passi, anzi direi i primi salti”.

Poi il triplista frusinate racconta del suo passaggio alle Fiamme Gialle nel 1995, il suo incontro con lo storico allenatore Roberto Bricoli, le sue vittorie, i suoi record, le sue Olimpiadi, il suo bronzo olimpico. Il video poi si conclude con “l’ultimo salto” che sancisce l’addio al salto triplo di uno degli sportivi dell’atletica leggera italiana più forti di sempre.

Fabrizio Donato è stato il capitano e l’uomo simbolo della Nazionale per tantissimi anni. Nella sua carriera ha conquistato ben 23 titoli italiani, diverse medaglie internazionali ed ancora oggi è il primatista italiano nel salto triplo sia outdoor (17.60) che indoor (17.73), ha partecipato a ben cinque Olimpiadi, con il bronzo olimpico conquistato nel 2012 a Londra. Ha vestito 47 volte la maglia azzurra ed è riuscito per ben 35 volte, in diverse gare, a saltare più di 17 metri.

"Quanto è difficile smettere, lasciare la cosa più bella che la vita mi potesse regalare. Smetto senza rimpianti, avrei voluto smettere e salutarvi a Tokyo ma il mio fisico, nonostante gli sforzi, non me l’ha permesso. C’è da dire che a qualcuno è mancata anche un po’ di sensibilità, ma non è questo il momento di parlarne", racconta Donato. 

La Federazione italiana di atletica leggera lo ha voluto omaggiare con una frase emblematica pubblicata sui social: “Grazie di tutto capitano”.

Ora per Fabrizio inizierà una nuova vita, una nuova avventura, fatta di nuove sfide che sicuramente gli regaleranno nuove ed entusiasmanti emozioni.

Video ritiro Fabrizio Donato

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fabrizio Donato si ritira: il primatista italiano nel salto triplo si racconta in un video emozionante

FrosinoneToday è in caricamento