Il Frosinone è pronto per affrontare l' impegnativa trasferta di La Spezia

Coach Moreno Longo conferma “Non ci piangiamo mai addosso, meno che mai adesso che ci manca qualche pedina per infortunio"

Sabato 11 e domenica 12 novembre è in programma la 14esima giornata del campionato cadetto:  il Frosinone è impegnato sul difficile campo ligure dello Spezia, sabato con inizio alle ore 21.30.

Il commento del coach Moreno Longo

Al termine di uno degli allenamenti di rifinitura, il tecnico giallazzurro, Moreno Longo, spiega il momento attuale con un concetto molto chiaro: “Non ci piangiamo mai addosso, meno che mai adesso che ci manca qualche pedina per infortunio; si tratta di un grande messaggio verso l’esterno e  verso la propria squadra. Il recente infortunio di Sammarco accresce la situazione di emergenza, ma deve tramutarsi in forza positiva. Tutti i giocatori della rosa ne sono tutti consapevoli: in questi momenti deve venire fuori la forza del gruppo e della squadra, per compattarsi e sopperire in questa fase, nella quale qualche infortunio di troppo ci vede penalizzati nella possibilità di scegliere e di alternare gli uomini in campo; ma si deve essere più forti delle avversità, rimboccarsi le maniche e dare qualcosa in più per ovviare a questa situazione attuale”. 

Lo Spezia si prevede aggressivo o attendista? 

La nostra squadra è preparata a tutto, sia ad essere aggrediti,  sia a fare la partita, dobbiamo essere pronti per entrambe le situazioni. La squadra sa come comportarsi, la differenza la farà l’atteggiamento, che deve essere quello di una squadra che va a giocarsi una partita come fosse una finale. Oggi l’impegno più importante si chiama lo Spezia e teniamo a fare una partita con un grande atteggiamento mentale, prima di tutto”. Il ‘Picco’ è un campo ostico e insidioso : “Noi cerchiamo di giocare su qualsiasi tipo di aspetto. Il passato mi interessa,  perché è sempre giusto guardare la storia, ma a La Spezia non solo il Frosinone ha trovato difficoltà: dispongono di una grande tifoseria, la squadra è sempre bene attrezzata per un campionato di livello. Ed è attualmente molto competitiva. Per questo la trasferta va presa con le molle. Ma non possiamo pensare se il campo è più grande o più piccolo, se è un po’ più veloce o meno veloce. Il Frosinone deve sapersi adattare e deve trovare le chiavi per uscire da qualsiasi tipo di difficoltà”. Ho osservato bene lo Spezia in queste partite: ha avuto alti e bassi come le tutte le squadre del campionato, come dimostra il grande equilibrio del torneo in corso. E’ normale che su di loro ci sia una pressione dettata dalla piazza che, quando vede una squadra lontana dalla zona playoff manifesta una preoccupazione, che si va a riversare sul gruppo. E’ normale quando sei obbligato a fare risultato. Ho visto uno Spezia ad Empoli creare i presupposti per  vincere contro una formazione forte, accreditata per fare molto bene in questo campionato, e che invece ha rischiato di perdere in casa. Mi aspetto pertanto una avversaria viva, in salute, con dei singoli, come Granoche, Gilardino, Marilungo e lo stesso Mastinu,  che possono trovare il colpo per spostare gli equilibri. Sappiamo dove andiamo a giocare, ma dobbiamo pensare a noi e a come noi interpreteremo la partita”.

 Ottime le considerazioni del tecnico Longo, e adesso … si passa dalle parole ai fatti, con la partita in programma sabato 11 alle 21.30 allo Stadio Picco di La Spezia.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Giovane finanziere muore nel sonno, la tragedia nella notte

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento