Lirfl (rugby a 13), sale l’attesa: il 12 marzo a L’Aquila c’è la sfida tra Italia e Grecia

L’Aquila in questo momento è “l’ombelico” del rugby a 13 italiano. Il primo trofeo del 2017 della stagione organizzata dalla Lega Italiana Rugby Football League (Lirfl), vale a dire la Coppa Italia, è stato assegnato il 12 febbraio scorso proprio...

unnamed-17

L’Aquila in questo momento è “l’ombelico” del rugby a 13 italiano. Il primo trofeo del 2017 della stagione organizzata dalla Lega Italiana Rugby Football League (Lirfl), vale a dire la Coppa Italia, è stato assegnato il 12 febbraio scorso proprio nel capoluogo abruzzese, presso lo stadio Centi Colella.

A distanza di un mese esatto, domenica 12 marzo, il medesimo scenario sarà il palcoscenico scelto dalla Lirfl per il primo grande appuntamento internazionale del 2017, vale a dire la sfida tra la Nazionale italiana e la Grecia. Un avversario dalla non grandissima tradizione rugbystica, ma comunque insidioso: un test sicuramente utile ai ragazzi dei commissari tecnici Pierpaolo Rotilio e Riccardo Marini nel processo di crescita dell’Italia del rugby league. L’organizzazione dell’evento è affidata (come nel caso della Coppa Italia, ottimamente riuscita) alla società dell’Aquila Neroverde di coach Alessandro Marozzi. «C’è grande orgoglio da parte nostra nel poter ospitare un appuntamento internazionale della nostra Nazionale, a distanza di un mese dalla finale di Coppa Italia. L’idea è nata a fine dicembre: la Lirfl ci ha proposto l’ipotesi e noi abbiamo immediatamente dato la disponibilità. Il movimento del rugby a 13 è in costante crescita in Abruzzo e nello specifico a L’Aquila: il nostro club ha messo insieme diversi giocatori che nel rugby union militano dalla serie A alla C2 e il seguito è stato notevole. La partita della Nazionale non potrà che fare bene a tutto il movimento del nostro territorio e poi c’è grande curiosità nel vedere eventualmente all’opera qualche giocatore dell’Aquila Neroverde». Il programma deve ancora essere definito nel dettaglio: ci sarà sicuramente una conferenza stampa di presentazione alla vigilia, poi il giorno prima della partita le due Nazionali faranno una visita a L’Aquila verificandone da vicino anche i problemi causati dal terremoto in tutti questi anni. La domenica, prima del match tra Italia e Grecia in programma alle ore 16, ci sarà una partita di settore giovanile, ma allo stadio di Centi Colella (che può ospitare anche tremila appassionati) è annunciata la presenza della banda composta dai ragazzi delle scuole medie dell’istituto comprensivo Mazzini-Patini di L’Aquila, dell’associazione Jemo Nnanzi che sfilerà col suo tricolore da 150 metri e anche degli sbandieratori “Bandierai dei quattro quarti”. Il countdown verso Italia-Grecia è cominciato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Coronavirus, oggi si deciderà se la Ciociaria e il resto del Lazio entreranno in zona arancione o meno

  • Cassino, bruciano le auto di un imprenditore: l'incendio è doloso

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento