Venerdì, 22 Ottobre 2021
Sport

Maurizio Stirpe alla cena di Natale: "Metteremo il massimo impegno per ottenere la salvezza"

Si è tenuta ieri sera la cena natalizia del Frosinone Calcio

Il Frosinone mette in cornice il suo Natale. E lo fa nel modo migliore, con la cura dei dettagli. Stringendo a sé tutta la famiglia giallazzurra – circa 700 persone dai giocatori della prima squadra a quelli delle formazioni minori famiglie comprese passando per tecnici, staff e dirigenti – nella splendida cornice dell’Abbazia di Casamari per la Santa Messa officiata in prima serata dall’Abate Dom Eugenio Romagnuolo, al suo fianco il Priore don Loreto Camilli. E poi ritrovandosi nella Guest Area dello stadio ‘Benito Stirpe’, dove circa 150 invitati hanno preso parte ad una bellissima serata di Gala. Il presidente Maurizio Stirpe – presente ad entrambi gli appuntamenti che come ogni anno rappresentano un tratto consolidato della sua gestione – ha fatto gli onori di casa con la sua Famiglia.

Maurizio Stirpe: "Vogliamo ridare entusiasmo ai tifosi"

 «Voglio salutare le autorità, le Istituzioni che anche quest’anno sono al nostro fianco. Ci fa piacere, ci dà il senso della vicinanza, dell’affetto, ci fa sentire veramente una squadra. Queste sono le occasioni migliori per tracciare un bilancio. Idealmente ogni anno, con questa cena, guardiamo a quello che è stato l’anno che ci lasciamo alle spalle. Un anno molto faticoso per tante vicende. I primi 6 mesi – sottolinea il massimo dirigente giallazzurro – non li voglio nemmeno raccontare. I tre mesi dopo i sei mesi sono stati altrettanti duri. Solo ora cominciamo a vedere lo spiraglio alla fine del tunnel. Ma abbiamo fatto ancora troppo poco rispetto a quanto la gente si aspetta da noi – e qui come sempre nel suo stile Stirpe non si nasconde -. E rispetto a quello che dobbiamo fare per dovere ed amore del nostro territorio. Ma sono confidente che ci metteremo il massimo dell’impegno. Sono sicuro che in qualche modo saremo capaci di stupire. Culliamo il desiderio di voler prolungare questo sogno tanto più a lungo possibile. Le difficoltà ci sono, in questo momento sono oggettive. Le tocchiamo con mano».

E poi punta il suo intervento sui tifosi, sulla gente che porta i colori giallazzurri nel cuore: «Sarà nostra cura cominciare a dare dei segnali diversi, importanti soprattutto ridare entusiasmo nella gente. Perché la gente ci vuole bene, quando facciamo bene ci ama e quando non facciamo bene è autorizzata a dire ed a trarre le conclusioni che vuole trarre. Spetta a noi non farci condizionare da questi aspetti, spetta a noi mettere in campo le energie e dare risultati che gente e territorio meritano. Da parte mia e della mia Famiglia l’impegno sarà massimo, non lasceremo niente di intentato per arrivare alla salvezza, consapevoli delle difficoltà e dei problemi ma anche consapevoli che alla fine solo chi ha svolto bene il proprio dovere vive un’atmosfera dove non brilla il sole ma il cielo è sempre sereno».

Fonte sito ufficiale Frosinone Calcio

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maurizio Stirpe alla cena di Natale: "Metteremo il massimo impegno per ottenere la salvezza"

FrosinoneToday è in caricamento