Il Premio “Andrej Kuznetsov” va a Dusan Petkovic

Il nuovo capitano bianconero ha ricevuto il prestigioso riconoscimento come miglior realizzatore assoluto del 73° campionato di pallavolo SuperLega 2017/2018

Bello, bellissimo, almeno per tre motivi: questo esordio al PalaCoccia è stato il migliore che la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora potesse sperare. Uno perché nel momento dell'inaugurazione non è mancato il settimo uomo sugli spalti a sostenere la banda volsca anche se lontana dalle mura di casa, due per il risultato, perché nessuno si aspettava che contro la mostruosa Itas Trentino, Sora potesse strappare un set e metterla in difficoltà, tre – e non in ordine di importanza – perché il nuovo capitano bianconero è stato insignito di un premio importantissimo.

Il Premio “Andrej Kuznetsov” a "The rock"

L'opposto serbo Dusan Petkovic, 'The Rock', in occasione della prima in casa ha ricevuto un doppio riconoscimento: il Premio “Andrej Kuznetsov” come Miglior realizzatore assoluto del 73° campionato di pallavolo SuperLega 2017/2018 e quello per il maggior numero di attacchi vincenti, ben 508 quelli messi a referto la passata stagione. Numeri da capogiro per il capocannoniere della serie A, quest'anno diventato anche capitano dei lirensi: una forma di riconoscenza, stima e affetto dovuta da parte della società che vede in Dusan un potenziale senza eguali in campo e fuori, talento e carattere da vendere che gli permetteranno di sostenere questo carico di responsabilità con tanta serietà e nessuna pressione. Perché uno come lui, la pressione la schiaccia via, così come fa con i palloni. Uno come lui non ha paura degli onori e porta avanti le 'missioni' senza peso e con naturalezza, proprio come conduce la fase offensiva della sua squadra. Ovviamente, tutto ciò, è anche un'ammissione del valore intrinseco di tutto il team perché la pallavolo è 'il' gioco di squadra, dove per fare punto bisogna costruire obbligatoriamente con i compagni e quelle 508 lunghezze, capitalizzate dalla sua mano, sono anche passate per quelle dei colleghi. Non poteva dunque non essere felice per il premio conseguito, bomber Petkovic, che dichiara:

Il commento di Dusan Petkovic

“Per me è un onore avere tra le mani questi due palloni dorati, simbolo di tutto quello che abbiamo fatto lo scorso anno. Sono felice di essere riuscito a diventare, nel mio primo anno a Sora e in Italia, il top scorer di campionato, ma questo è stato anche grazie a tutta la squadra, a cui dedico questo titolo e con cui lo condivido. Ora però guardiamo a questi mesi che abbiamo davanti e, se possibile, cerchiamo di fare ancora meglio che nella passata stagione!”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Testa quindi rivolta al campo, obiettivi ben stampati in mente, e si riparte con il lavoro in palestra per preparare al meglio la trasferta di Siena contro la matricola di qualità Emma Villas.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Cassino, positivo al Covid ma lo scoprono dopo morto. Portato via con il montacarichi

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento