Racing Club calcio (Ecc), Caratelli pensa già all’Artena: «L’importante sarà dare il massimo»

Un punto che fa morale e muove la classifica. Il Racing Club ha impattato 0-0 alla "Pineta dei Liberti" contro il Cedial Lido dei Pini al termine di una gara giocata per trequarti in inferiorità numerica. «Una prestazione di carattere – commenta...

caratelli-rr-1

Un punto che fa morale e muove la classifica. Il Racing Club ha impattato 0-0 alla "Pineta dei Liberti" contro il Cedial Lido dei Pini al termine di una gara giocata per trequarti in inferiorità numerica. «Una prestazione di carattere – commenta il centrale difensivo classe 1993 Francesco Caratelli -, un aspetto che era mancato nell'ultimo match di San Cesareo e che comunque è una caratteristica fondamentale di questo gruppo.

Nonostante il "rosso" a Buonocore, abbiamo tenuto botta e portato a casa un pareggio importante, considerando che questo era un derby e che dovevamo fare i conti con tante assenze che hanno costretto capitan Bacchiocchi a giocare da centrale difensivo». Lo stesso Caratelli non era al meglio, ma ha stretto i denti ed è sceso in campo e ora pensa già al prossimo delicato match. «Andremo ad Artena e sarà sicuramente una sfida complicata. Ricordo la partita che l'anno scorso vinsi lì di misura con la maglia del Pomezia e fu una gara molto complicata, dove l'Artena ci mise in seria difficoltà. Anche quest'anno hanno allestito un'ottima squadra che punta ai vertici della classifica, ma noi dobbiamo provare a giocarci le nostre carte». Il Racing rimane in piena zona play out, ma la classifica in zona retrocessione è davvero cortissima. «Questo campionato è sempre molto equilibrato e noi sapevamo che avremmo dovuto soffrire per salvarci. Vedremo anche cosa accadrà nelle varie squadre a dicembre, quando col mercato cambiano gli equilibri. Ma noi dobbiamo continuare a pensare alla salvezza diretta». L'ex Pomezia, che ha un importante passato in società professionistiche (Roma, Pescara e Vicenza con cui fu vicinissimo al debutto in serie B), è felice della scelta fatta in estate. «Qui c'è un club serio e un centro sportivo a cui non manca nulla: mi trovo molto bene e cercherò di dare il massimo per aiutare la squadra a centrare il suo obiettivo. Se sogno di ritornare tra i "pro"? La speranza è l'ultima a morire – conclude Caratelli -, ma ora sono concentrato su questa avventura».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento