menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
dandolo

dandolo

Tutto pronto per la manifestazione dedicata al ricordo dei martiri delle Foibe e all’esodo delle popolazioni Giuliano-Dalmata

Saranno più di 800 i podisti che domenica 8 febbraio si presenteranno al via in Via Oscar Sinigaglia, nel cuore del quartiere Giuliano-Dalmata per dare vita alla seconda edizione della Corsa del Ricordo, organizzata dal Comitato Provinciale Asi di...

Saranno più di 800 i podisti che domenica 8 febbraio si presenteranno al via in Via Oscar Sinigaglia, nel cuore del quartiere Giuliano-Dalmata per dare vita alla seconda edizione della Corsa del Ricordo, organizzata dal Comitato Provinciale Asi di Roma in collaborazione con l'Asi Atletica Roma, e che vuole, sportivamente, agganciarsi alle celebrazioni della Giornata Nazionale del Ricordo (che ricorre il prossimo 10 febbraio) delle vittime delle foibe e gli esuli Giuliano Dalmati.



Due percorsi, uno di 10 chilometri competitivo e uno di 5 non competitivo aperto a tutti.

I protagonisti della gara saranno i podisti e tutti i cittadini che vorranno unirsi agli organizzatori per celebrare solennemente la ricorrenza.

Fra i tanti che certamente saranno al via e che nobiliteranno tecnicamente la gara sotto il profilo tecnico il marocchino Mohamed Hajjy dell'Atletica Castenaso di Bologna, atleta da 2h14: 08 in maratona e 1h 05:15 nella mezza maratona, vincitore della 30 km del Mare nel 2011. In ambito femminile prenderà parte alla gara Nadia Dandolo, mezzofondista che vanta eccellenti tempi nei 5000 e 10000.

Molti personaggi dello sport che saranno alla partenza. Su tutti Abdon Pamich, marciatore campione Olimpico nel '64, nato a Fiume nel 1933 e quindi fra coloro che hanno vissuto in prima persona il dramma dell'esodo. In suo onore saranno al via anche 15 marciatori che faranno classifica a parte e che verranno premiati proprio dal grande atleta che ha scritto pagine indelebili dello atletica italiana.

E come Pamich sarà presente un altro numero uno personaggio del nostro sport, Nino Benvenuti, triestino di origini istriane, nel cuore del quale è sempre aperta la ferita legata al ricordo dei tragici eventi post bellici avvenuti nelle zone a lui care.

Anche quest'anno, oltre alle autorità politiche del IX Municipio, della Regione Lazio e del Comune di Roma, saranno presenti i rappresentanti delle Associazioni Giuliano-Dalmata che sono da sempre direttamente coinvolte nell'organizzazione della manifestazione.


Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento