Una Virtus Cassino sfortunata cede il passo a Rieti per 82-81

Ancora una beffa per la squadra benedettina per nulla provata dalle tre sconfitte consecutive

Ancora una beffa per la Virtus Cassino al PalaSojourner. Una squadra, quella di coach Vettese, apparsa per nulla provata dalle 3 sconfitte consecutive, e che nonostante delle rotazioni ridotte dovute l’assenza di Castelluccia, è arrivata a 20 secondi dalla fine del match, con la palla della vittoria in mano. Un’ottima prestazione, quella di Ingrosso e compagni, una sfida condotta dalle ‘V’ rossoblù per grandi tratti del match, fino ad arrivare al quarto periodo di gioco, frazione in cui la compagine di coach Rossi ha saputo attrarre verso di sè, la ‘giusta fortuna’ per portare a casa i due punti.

Inizio di gara

Eppure Rieti parte meglio rispetto a Cassino, e guidata dal duo Tomasini-Frazier si porta in vantaggio di 5 lunghezze a 3 minuti dall’inizio del match. La Virtus, però, non ci sta, Bagnoli e Jackson non approcciano bene alla gara, e coach Vettese li sostituisce per far posto rispettivamente ad Ingrosso e De Ninno. Sono proprio quest’ultimi a guidare l’arrembaggio virtussino, coadiuvati dal duo Pepper-Paolin che si dividono magistralmente la cabina di regia offensiva. Al primo mini-intervallo la Virtus conduce per 18-17. Cassino a questo punto capisce l’importanza del momento, e Pepper decide di prendere per mano i compagni, realizzando nel solo secondo quarto 9 punti. Ingrosso sotto le plance fa la voce grossa, mentre Raucci capitalizza con la solita energia le occasioni in penetrazione che gli si presentano davanti. La Virtus arriva anche a +14, ma Rieti con una reazione di orgoglio, riesce a rientrare e rifarsi nuovamente sotto, agevolata sicuramente da un Pepper tenuto a riposo da coach Vettese, dal sesto minuto del 2 quarto fino a cinquanta secondi dalla fine del tempo, per aver commesso 3 falli. Rieti riesce ad arrivare fino al -5, ma con Pepper in campo, Cassino riesce a trovare la lucidità offensiva che pareva smarrita, e con un mini-parziale di 5-0, riesce ad andare all’intervallo lungo sul risultato di 31-41.

Terza e quarta frazione di gioco

Si rientra dagli spogliatoi e Rieti sembra avere più fame dei lupi virtussini. Frazier appena ripresa la gara si fa male, ed esce definitivamente dalla partita per un infortunio al piede destro. Catostrofe per la Zeus ? Nemmeno per sogno! Con la coppia Casini-Tomasini in cabina di regia, coach Rossi riesce a trovare maggior equilibrio, più tiri puliti sul parquet e Rieti riesce così ad andare sopra. Bagnoli però non ci sta e fa la voce grossa sotto canestro, conquistando 2 viaggi in lunetta, realizzando però un misero 1/3 che non permette alla Virtus di trovare il pareggio a dieci minuti di gioco dalla fine. Nel quarto periodo, la partita è avvincente e le formazioni in campo si rispondono colpo su colpo e canestro su canestro. Jackson, apparso un pochino appannato all’inizio della gara, riesce ad entrare in partita firmando 10 punti nel solo quarto periodo, Pepper trova nuovamente la via del canestro dopo essere stato a secco per tutto il terzo quarto, ed Ingrosso regge il confronto con Jones in maniera sublime (a fine gara saranno 16 i punti per lui, ndc) mettendo in seria difficoltà il lungo ex Virtus Roma. A questo punto, naturalmente, entra in gioco una nuova scadente classe arbitrale di giornata, che ad ogni minimo contatto sotto canestro sanziona falli su falli alle ‘V’ rossoblù, che vedranno chiamati contro nella sola quarta frazione, ben 17 tiri liberi, di cui ben 14 a favore del 7 reatino, Toscano, che dalla linea della carità ne mette a segno 11 su 14. Cassino, nonostante tutto, non si demoralizza ed ha il tiro della vittoria, prima con Pepper e poi con Jackson; le loro preghiere, però, non vengono ascoltate dagli dei del basket, fanno il giro del ferro e non permettono alla Virtus di conquistare la prima gioia della stagione.

Buone indicazioni per lo staff tecnico benedettino, che nonostante la sconfitta, può assolutamente ritenersi soddisfatto nel complesso della prova dei lupi rossoblù.

Il commento di coach Vettese

“Non è sicuramente bello dire, dopo una sconfitta, di essere soddisfatto o di aver giocato una pallacanestro perfetta, però rispetto alle partite che abbiamo disputato prima di Rieti” - commenta coach Vettese nel post-gara -  “ho visto ancora dei sensibili miglioramenti da parte della nostra squadra. Abbiamo rispettato per larghi tratti il piano partita e siamo stati molto concentrati sulla fase difensiva, nonostante gli 82 punti subiti che sono ancora molti, troppi purtroppo per noi. All’inizio siamo stati sicuramente agevolati dalle pessime percentuali da parte della formazione di coach Rossi, ma le direttive date per controllare Jones e Frazier in particolar modo, ovvero i due elementi di maggior spessore tecnico-tattico di Rieti, sono state perlomeno fino all’infortunio del secondo, rispettate. Nei primi due quarti non ho nulla davvero da criticare ai nostri ragazzi, poi nel terzo quarto è salita un pochino la difesa di Rieti, e l’intensità messa per riacciuffare il match da parte di Gigli e compagni, e noi ci siamo obiettivamente troppo impauriti/spaventati. Questo non deve accadere e non dovrà accadere in futuro. Tutto sommato sono soddisfatto della gara disputata dai ragazzi e della risposta che gli stessi hanno avuto quando Rieti è rientrata in partita. Poi, in una partita punto a punto, con una squadra importante come Rieti, hai due tiri per portare a casa i due punti, e non li metti dentro, questa è anche obiettivamente un po’ di sfortuna. Per Siena cercheremo di limare i dettagli che non ci hanno permesso di arrivare oggi alla vittoria, e spero di riuscire insieme a tutto il gruppo squadra di arrivare a questa benedetta prima gioia della stagione. Contro la formazione toscana, non sarà assolutamente una gara semplice, loro vengono da due sconfitte consecutive dopo però aver iniziato con due vittorie nelle prime due partite. Verranno da noi con la voglia di riscattarsi e di invertire il trend; noi d’altro canto abbiamo invece la necessità, di muovere la classifica tra le mura amiche. Sarà una gran bella partita, invito i nostri tifosi a supportarci, perchè abbiamo davvero bisogno del sostegno e dell’apporto di tutti per superare questo momento”.

Per la Virtus, appuntamento con la vittoria rimandato ancora. Prossimo appuntamento, domenica 28 ottobre ore 18.00 al PalaSport di Frosinone. Al Casaleno arriva la Mens Sana Siena”.

Il tabellino

Zeus Energy Group Rieti - BPC Virtus Cassino 82-81 (17-18, 14-23, 29-16, 22-24)

Zeus Energy Group Rieti: Daniele Toscano 19 (4/4, 0/3), Simone Tomasini 17 (6/8, 1/3), J.j. Frazier 14 (4/7, 2/6), Juan marcos Casini 13 (4/7, 1/4), Bobby Jones 10 (2/4, 1/2), Giovanni Carenza 7 (1/4, 1/3), Angelo Gigli 2 (1/2, 0/1), Federico Bonacini 0 (0/2, 0/0), Aleksa Nikolic 0 (0/2, 0/0), Edoardo Moretti 0 (0/0, 0/0), Leonardo Berrettoni 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 20 / 26 - Rimbalzi: 31 10 + 21 (Daniele Toscano 10) - Assist: 19 (Simone Tomasini 5)

All. Rossi

BPC Virtus Cassino: Dalton Pepper 19 (3/5, 3/9), Tommaso Ingrosso 16 (5/6, 2/3), Antino Jackson 13 (3/4, 0/2), Francesco Paolin 12 (1/4, 3/4), Davide Raucci 9 (2/7, 0/4), Fabrizio De ninno 7 (2/3, 1/1), Simone Bagnoli 5 (2/7, 0/0), Filippo Rossi 0 (0/0, 0/0), Davide Bianchi 0 (0/0, 0/0), Dario Masciarelli 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 18 / 23 - Rimbalzi: 28 6 + 22 (Francesco Paolin 7) - Assist: 17 (Dalton Pepper 5)

All. Vettese

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane finanziere muore nel sonno, la tragedia nella notte

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento