menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
21-03-2015

21-03-2015

Volley, Marino Stars, troppo brutte per essere vere

Pessima prestazione fuori casa delle Stars nell ultima giornata di campionato, talmente brutta da far rimediare alla squadra marinese una sconfitta per 3 a 2 contro una squadra sulla carta alla portata come il DLF, ma ancor più grave perchè...

Pessima prestazione fuori casa delle Stars nell ultima giornata di campionato, talmente brutta da far rimediare alla squadra marinese una sconfitta per 3 a 2 contro una squadra sulla carta alla portata come il DLF, ma ancor più grave perchè permette così al Bracciano di recuperare il distacco e sorpassare in classifica le Stars, ora terze in classifica.

Una gara che bisognava prendere con le molle visto l ottimo stato di forma del DLF , reduce da una serie di prestazioni positive che lo hanno allontanata dalla zona rossa delle retrocessioni; una squadra molto dotata fisicamente, con attaccanti alti e grintosi che le marinesi sapevano bene di dover contenere a muro e in difesa, evitando così alle romane di entrare in partita. Così non è stato perchè la squadra di Rebiscini non è riuscita mai ad esprimere il proprio gioco, risultando molto fallosa in tutti fondamentali, e a questi livelli gli errori di pagano ed anche caro. Assenti Alegiani e Riganelli per impegni personali, Rebiscini ha schierato in campo Boeretto e Di Bernardino a banda, Manili e Monello al centro, Fondi al palleggio in diagonale con Silvagni opposto, Mastrocesare libero; la squadra dicasa comincia da subito a spingere con una battuta insidiosa e precisa che mette pressione ai ricettori marinesi; con una palla spesso staccata da rete Fondi fatica ad impostare un gioco veloce così risulta facile alle romane impostare un muro composto nei confronti degli attaccanti marinesi che, contenuti egregiamente dai centrali avversari faticano a passare. Il set procede punto a punto con le Stars a commettere molti errori di fronte alle romaneche invece recuperare palloni importanti in difesa, aumentando cos? poco a poco le proprie sicurezze; saranno però le marinesi con un break finale a portarsi a casa il set con il punteggio di 25 a 22. La musica nel secondo parziale non cambia, il DLF è intenzionato a giocarsela fino alla fine e continua a spingere sull'acceleratore, le Stars invece continuano a giocare sottotono, poco grintose e reattive non riescono ad essere continue, la ricezione continua a viaggiare su percentuali basse e la difesa fa acqua da tutte le parti; le due squadre viaggiano punto a punto ma al contrario del set precedente stavolta è la squadra di casa a vincere per 25 a 23. Al rientro in campo le marinesi sembrano aver ritrovato la lucidità giusta, finalmente la battuta comincia a fare male e il DLF non riesce più ad avere un gioco incisivo, sbaglia tanto e lascia scorrere via il parziale velocemente che si conclude per 25 a 8. Se la partita si pensava ormai conclusa a favore delle ospiti, il quarto set ha visto un capovolgimento dei fronti, inspiegabilmente le Stars spengono il cervello, la squadra perde completamente la lucidità e la concentrazione, comincia a sbagliare tutto il possibile. La squadra di casa coglie al volo l' occasione e non molla la presa, ritrova delle ottime percentuali in attacco e difende tutti i palloni; il distacco tra le due squadre diventa incolmabile, le marinesi cercano di reagire ma il nervosismo la fa da padrone e non permette alle ragazze di ritrovare il ritmo giusto. Il set finisce velocemente per 25 a 10 e manda le due squadre a vedersela al tie break. Le Stars sono ancora frastornate per il brutto quarto set e partono malissimo, le romane sono ispirate dal risultato raggiunto e giocano sopra le righe, con un attimo si trovano 8 a 1 e conducono il set da padrone; Rebiscini cerca di scrollare dal terpore le sue ragazze e mette in campo Di Ruzza al posto di Boeretto per provare il recupero, il cambio risulta azzeccato e concomitante ad un ottima serie di battute di Di Berardino le Stars compiono il miracolo e riescono a raggiungere le avversarie sul 10 pari. La partita si riapre ma il recupero è stato faticoso per le Marinesi che commettono di nuovo qualche errore e consegnare al fotofinish set e partita alla squadra di casa che ha il merito di non aver mollato mai, lottando ad armi pari dal primo all ultimo set. Prestazione incomprensibile per le Stars che hanno rimediato due sconfitte in una settimana; il periodo di calo ci può stare ma le ragazze non hanno avuto l atteggiamento giusto fin da subito, e quando si sono trovate in difficoltà invece di fare gruppo si sono innervosite, dimenticando che in gioco c era il secondo posto e quello che serviva in una giornata storta era il cuore.

Adesso bisogna accantonare la delusione per pensare subito alle prossime partite, a partire da mercoledì 25 marzo che vedrà le Stars tentare l impresa per vincere contro il Bracciano in semifinale Coppa Lazio; una gara dove le ragazze dovranno ritrovarsi sia come gruppo che singolarmente per centrare una finale che sarebbe storica.

Sabato invece le marinesi affronteranno in casa un altra squadra in cerca di punti salvezza, lo Sporting Pavona, che viene dalla vittoria in casa con il Genzano e cercherà di fare lo sgambetto anche alle marinesi. Gli errori adesso non sono più concessi perchè gli scontri al vertice si avvicinano e le ragazze devono farsi trovare pronte a lottare per i play off. FORZA STARS!!!!!

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento