rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Volley

A2: all'Assitec Sant'Elia non basta il primo set, Olbia corsara al PalaIaquaniello

Ciociare subito perfette, ma purtroppo rimane un acuto isolato: le gialloblu rimangono al penultimo posto

Colpo esterno per l’Hermaea Olbia, che si impone in quattro set sul campo dell’Assitec Sant’Elia, lasciando le ciociare al penultimo posto del Girone A di Serie A2 Femminile. Affermazione in rimonta per le sarde, partite piano nel primo set ma capaci, poi, di riscattarsi ampiamente. Dopo un avvio equilibrato, l’Hermaea difetta di precisione e scivola indietro nel punteggio. Sul 16-12 coach Guadalupi spende il primo time-out, ma non ottiene le risposte sperate dalla sua squadra: il gap, infatti, aumenta. Lo staff tecnico olbiese prova a invertire il trend facendo ricorso alla panchina, ma la squadra di casa chiude senza esitazioni sul 25-17 e porta a casa il primo set.

Ben diverso l’approccio di Olbia al rientro in campo: gli attacchi di Maruotti permettono ben presto di scavare il solco e di doppiare le avversarie sull’8-4. Giandomenico corre ai ripari cambiando la sua diagonale, ma non riesce ad arginare il predominio delle aquilotte, avanti sul 21-9 con l’ace di Renieri. Sant’Elia, a questo punto, ha un moto d’orgoglio e sigla tre punti consecutivi. La reazione però non è sufficiente per scalfire le certezze dell’Hermaea, che non esita nel finale e ottiene la parità nel conto grazie al pallonetto di Renieri che vale il 25-18. Il terzo set sembra inizialmente seguire la stessa falsariga: le olbiesi si esprimono molto bene e sembrano viaggiare pressoché incontrastate verso il sorpasso (17-10).

L’Assitec però si rifà improvvisamente sotto e, pian piano, rimonta fino a trovare la parità a quota 18 (muro vincente su attacco di Maruotti). Caforio e compagne restano in carreggiata, e – dopo una breve fase punto a punto – trovano lo spunto che le riporta avanti: Miilen spacca l’equilibrio con un bell’attacco in diagonale, poi l’errore di Tellaroli offre la palla set sfruttata abilmente al primo tentativo da Renieri per il 25-21. Decisa ad archiviare la pratica, l’Hermaea dà un primo strattone al quarto game portandosi avanti sull’8-5 con Renieri.

L’Assitec si riporta in linea di galleggiamento e pareggia a 14 dopo il mani out di Tellaroli. Maruotti guida la nuova accelerazione biancoblù (pallonetto del +4, 18-14). Il muro di Costagli sull’attacco in fast di Gerosa segna il nuovo tentativo di rimonta delle padrone di casa, capaci di rientrare fino al -1. Guadalupi chiama timeout e l’Hermaea riparte con slancio: Miilen è la gran protagonista dell’allungo che piega una volta per tutte le resistenze di Sant’Elia (25-20). Il tabellino del match:

ASSITEC SANT’ELIA-HERMAEA OLBIA 1-3 (25-17 18-25 21-25 20-25)

SANT’ELIA: Saccani 1, Lotti 3, Vanni 15, Fiore 11, Costagli 12, Montechiarini 6, Lorenzini (L), Tellaroli 8, Muzi 4, Nenni. Non entrate: Cecchi. All. Giandomenico.

OLBIA: Allasia 2, Miilen 17, Barbazeni 5, Renieri 21, Maruotti 21, Gerosa 7, Caforio (L), Formaggio, Severin, Minarelli. All. Guadalupi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A2: all'Assitec Sant'Elia non basta il primo set, Olbia corsara al PalaIaquaniello

FrosinoneToday è in caricamento