rotate-mobile

VIDEO | Elezioni 2022, il dono della sintesi: meno di 3 minuti con il candidato sindaco Iacovissi

Dal vicesegretario del Psi, aspirante primo cittadino del Nuovo centrosinistra, le risposte a tre semplici domande. Perché si candida a sindaco di Frosinone? Quali sono i tre punti principali del suo programma? Perché i Frusinati dovrebbero votarlo?

FrosinoneToday.it intervista i cinque candidati a sindaco di Frosinone alle Elezioni amministrative 2022: nell'ordine, stando alle quotazioni, Riccardo Mastrangeli (centrodestra), Domenico Marzi (campo largo di centrosinistra), Mauro Vicano (Centro), Vincenzo Iacovissi (Psi-Nuovo centrosinistra) e Giuseppe Cosimato (civico).

Dopo l'avvocato Cosimato, già presidente del secondo e dissidente circolo di FdI intitolato a "Norma Cossetto", la palla passa all'impiegato statale Vincenzo Iacovissi: vicesegretario nazionale del Psi, costituzionalista e storico. 

Perché si candida a sindaco di Frosinone?

Iacovissi: "Ho scelto di accettare la candidatura a sindaco perché ritengo che Frosinone debba aprire una nuova stagione. Sappiamo tutti, purtroppo, che negli ultimi venti anni la nostra città ha perso oltre cinquemila abitanti. Questo vuol dire che non è più attrattiva, che conta molto di meno sui tavoli istituzionali. Noi vogliamo invertire la tendenza e rendere Frosinone una città grande dove sia possibile vivere, lavorare e studiare con servizi di qualità, una città che sia a misura di giovani e famiglie, una città in cui nessuno possa sentirsi escluso. Ecco perché ho deciso di accettare l'impegno e portare una nuova generazione al governo della città e a misurarsi con la sfida dell'amministrazione. Solo in questo modo potremo portare Frosinone nel futuro". 

Quali sono i tre punti principali del suo programma?

Iacovissi: "Noi vogliamo realizzare innanzitutto la Città intercomunale del Grande Frusinate (o Grande capoluogo, ndr)", un'area vasta di 150 mila abitanti tra Frosinone e i comuni vicini in cui mettere insieme i servizi e ridurre i costi. Dare la possibilità a Frosinone e all'area intorno a Frosinone di contare più sui tavoli istituzionali, a cominciare dalla Regione Lazio. Il secondo aspetto su cui vogliamo porre l'accento è la realizzazione di un Polo interuniversitario, una convenzione tra Frosinone e tutti gli atenei che operano nel Lazio per portare i migliori corsi di laurea sulla nostra città e dare la possibilità ai nostri giovani di frequentare l'università direttamente da casa senza dover espatriare o offrire la prospettiva del pendolarismo. Infine, dobbiamo dotare Frosinone di una Carta dei servizi minimi, in cui non esistano più quartieri di Serie A e di Serie B ma tutti i cittadini debbano vedere assicurati i servizi minimi di quotidianità, viabilità, manutenzione e cura della persona". 

Perché i Frusinati dovrebbero votare per lei?

Iacovissi: "Se davvero vogliamo pensare alle prossime generazioni, e non alle prossime elezioni, l'unica possibilità è sposare il mio progetto. Il progetto che è portato avanti dal Partito socialista e dal Nuovo centrosinistra, e che vede in me il candidato sindaco per costruire una nuova prospettiva di futuro nella città, una città in cui siano le nuove generazioni a farsi carico dell'onere e dell'onore di amministrare. Dobbiamo restituire ai Frusinati l'orgoglio di vivere in una città che sia attrattiva, a misura di  cittadino e, soprattutto, che possa proiettare il nostro Capoluogo in una cornica ampia, dinamica ed europea. L'alternativa è tra il passato e il futuro. La scelta è quella che deve guardare verso il futuro sposando il nostro progetto politico. Spero che i cittadini ci diano la possibilità di cambiare davvero Frosinone". 

Copyright 2022 Citynews

Sullo stesso argomento

Video popolari

VIDEO | Elezioni 2022, il dono della sintesi: meno di 3 minuti con il candidato sindaco Iacovissi

FrosinoneToday è in caricamento