Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Artena, un silenzio assordante pieno di rabbia e dolore di oltre 4000 mila persone in strada per Willy

Nel video le toccanti immagini della fiaccolata in ricordo del giovane di Paliano ucciso la notte del 6 settembre da alcuni ragazzi proprio della cittadina lepina. Una grande risposta della comunità artenese

 

Una marea di gente (da fonti ufficiose si parla di oltre 4000 mila presenze) in un silenzio assordante ed impenetrabile ha dato vita alla terza fiaccolata per Willy Monteiro, il giovane di Paliano ucciso nella notte del 6 settembre scorso da alcuni ragazzi proprio di Artena. La frase del sindaco Felicetto Angelini: “Da quel giorno Willy è figlio e fratello di tutti noi” e quella impressa nel murale del Writer di Palestrina Alex Fen scoperto durante il corteo all’ingresso del parcheggio del campo sportivo  “Il vero guerriero non usa la forza ma il coraggio” sono le parole che resteranno nella mente di tutti coloro che vi hanno partecipato.

La fiaccolata di Paliano

In Largo 18 dicembre dove si è conclusa la silenziosa e lunga fiaccolata che aveva attraversato tutta la parte bassa della città di Artena, la gente che non ha potuto parteciparvi ha acceso dei lumini alla finestra, è stata consegnata dal sindaco Felicetto Angelini alla signora Lucia, mamma di Willy, un targa dell’associazione Balconi Fioriti con questa scritta:La non violenza è la legge della nostra specie. Come la violenza della legge delle creature brute. Lo spirito giace sopito nel bruto che non conosce altra legge se non quella della forza fisica. La dignità dell’uomo richiede obbedienza che è una legge più alta alla forza dello Spirito”.

Prima del sindaco aveva parlato un giovane dell’associazione Artena Live che aveva richiamato i suoi coetanei a seguire gesti di altruismo come quello di Willy. Poi è stata la volta del giovane parroco Don Antonio Galati: “parole che non hanno il potere di cambiare. Parlare un po’ di meno e agire un po’ di più verso il bene comune per una società migliore. Se è vero che nessuno ha il potere di cambiare il mondo, ma tutti abbiamo il potere di cambiare noi stessi.  Non c’è dolore – ha aggiunto Don Antonio- più grande che la morte barbara di un ragazzo  buono e gentile . Per favore, carissimi, non aggraviamo il nostro dolore con l’ipocrisia: da adesso, da subito, iniziamo  a cambiare il nostro atteggiamento e cerchiamo di essere rispettosi in tutto degli altri. Allora forze inizierà il vero cambiamento del mondo. Grazie quindi, ha chi di noi  avrà il coraggio di iniziare a cambiare se stesso”.

La fiaccolata di Colleferro

Di fatto anche ad Artena, dopo le fiaccolata di Paliano e Colleferro, i giovani del posto hanno dato dimostrazione  del loro affetto alla famiglia di Willy. Numerosi i sindaci della zona e fino a Velletri che hanno partecipato, cosi come il Sen. Bruno Astorre, il sindaco di Colleferro Pierluigi Sanna e quello di Paliano Domenico Alfieri. Con loro anche il dirigente di Colleferro e i ragazzi della Polizia di Stato, il comandante dei carabinieri della locale stazione,  la protezione Civile, la Croce Rossa, gli scout ed i rappresentanti dell’ente Palio di Artena.

Copyright 2020 Citynews

Potrebbe Interessarti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento