rotate-mobile

VIDEO | Cassino a Bergamo con la Fiaccola Benedettina. Salera: "Dopo la notte più buia arriverà l'alba"

Presso l'ospedale Papa Giovanni XXIII, in occasione della prima Giornata nazionale in memoria delle vittime del Coronavirus, anche la delegazione guidata dal sindaco della città martire e dall'Abate di Montecassino Dom Donato Ogliari

In occasione della prima Giornata nazionale in memoria delle vittime del Coronavirus, svoltasi oggi giovedì 18 marzo 2021, la delegazione di Cassino (Frosinone) ha portato la Fiaccola Benedettina a Bergamo, presso l'ospedale Giovanni XXIII, assieme ai rappresentanti delle altre due città benedettine, Norcia e Subiaco. Il sindaco cassinate Enzo Salera, subito dopo l'intervento del primo cittadino bergamasco Giorgio Gori, ha concluso il suo discorso dicendo che "la speranza deve trasformarsi nella certezza ineluttabile che anche dopo la notte più buia arriverà l'alba". 

Assieme a lui, oltre ai sindaci Nicola Alemanno e Francesco Pelliccia, l'Abate di Montecassino Dom Donato Ogliari e una rappresentanza di medici, ricercatori, infermieri e operatori sanitari dell'Ast di Bergamo. "La possibilità di poter condurre il messaggio e la luce di San Benedetto durante la giornata e nel luogo simbolo di commemorazione nazionale per le vittime dell'epidemia, è una responsabilità che non potevamo mancare, oltre ad un grande onore per le nostre Comunità", hanno sottolineato all'unisono i primi cittadini di Cassino, Norcia e Subiaco. 

Copyright 2021 Citynews

Sullo stesso argomento

Video popolari

VIDEO | Cassino a Bergamo con la Fiaccola Benedettina. Salera: "Dopo la notte più buia arriverà l'alba"

FrosinoneToday è in caricamento