Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Coronavirus, il lockdown dei Daiana Lou a Berlino: "In auto-quarantena dal 10 marzo"

I musicisti Daiana Mingarelli e Luca Pignalberi, lei di Colleferro e lui di Serrone, raccontano il loro isolamento personale e artistico in Germania, con tanto di abbraccio virtuale a familiari, concittadini e lettori di Frosinone Today, e una canzone dedicata alla Ciociaria

 

I Daiana Lou, la cantante 26enne Daiana Mingarelli e il chitarrista 32enne Luca Pignalberi, lei di Colleferro e lui di Serrone, inviano “un abbraccio a tutti i lettori di FrosinoneToday, alle nostre famiglie e a tutti i nostri concittadini” tra il racconto del loro lockdown personale e artistico da Covid-19, vissuto in quella Berlino che è la loro seconda casa dal 2015, e la canzone “Un mondo nella testa” dedicata all’intera provincia di Frosinone e alla sua Ciociaria Storica.   

A livello personale…

“Anche se in Germania è stato registrato un numero minore di morti - racconta Luca - il Governo tedesco ha comunque applicato misure più o meno rigide per quanto riguarda le restrizioni della vita sociale”. “La Germania, tristemente, dato che l’Italia è stata di monito - si aggancia Daiana - ha avuto più tempo di organizzarsi per questa emergenza o per un’eventuale esplosione di contagi con medici e organizzando più posti letto in Terapia Intensiva. Quello che noi abbiamo fatto dal 10 marzo, guardando ciò che accadeva in Italia, è stato metterci in auto-quarantena”.  

… e a livello artistico

“L’emergenza Covid-19 - va avanti Luca - ha visto, ovviamente, la cancellazione del nostro tour di promozione dell’album (Coordinates for colorful egos, ndr) che avevamo appena rilasciato, ma questo ci ha portato a spostare l’attività artistica in casa. Ci siamo dedicati alla realizzazione di contenuti social, abbiamo curato un po’ più i canali Youtube e abbiamo fatto qualche concerto live streaming. Ovviamente ci auguriamo di tornare al più presto alla musica di tutti i giorni e alla vita di tutti i giorni. Questo penso che sia comune a tutti quanti”. “Quello che ci auguriamo - conclude Daiana - è che si ritrovi un po’ quel senso di collettività che ci rende protagonisti tutti i giorni attraverso l’arte, attraverso la musica, che quindi ci rende partecipi di una comunità allegra, felice e che vuole proprio aggregarsi e stare insieme in strada o a concerti. Speriamo che questo torni il più presto possibile”.

Da Serrone: “Affetto e orgoglio che ci lega da sempre”

In occasione dell’ultimo live dei Daiana Lou – in diretta streaming sulla loro pagina Facebook domenica 3 maggio, all’indomani del proprio concerto di beneficenza per l’emergenza Coronavirus – il Sindaco di Serrone Giancarlo Proietto e tutta l’Amministrazione comunale hanno invitato i concittadini “a partecipare - hanno scritto sulla pagina social dell’ente - per far sentire loro, soprattutto in questo momento particolare, l’affetto e l’orgoglio che ci lega da sempre”.

Serrone 2017, dal sindaco un riconoscimento ai concittadini che si sono distinti. Tra questi Luca Pignalberi dei Daiana Lou

Qualche passo indietro per la rincorsa

I Daiana Lou si sono innamorati e formati artisticamente nell’aprile 2013, durante una jam session blues di scena a Frosinone, e da allora hanno iniziato pian piano a riscuotere successo in Italia e in Germania. Così, nel mezzo, spiegarono il loro noto ritiro da X Factor 2016: “Eravamo arrivati a un punto dove non sentivamo più la scintilla che provavamo all'inizio del programma. Così ci siamo fatti da parte per lasciare il posto agli altri”.

Il duo Daiana Lou si confessa a “Presa Diretta”

“Passavamo dalla gioia al dolore senza il tempo di assimilare nulla - entrò nel dettaglio Luca - Dall'opening con Robbie Williams al tributo a Cranio Randagio, con gli sponsor che facevano capolino qua e là nel percorso”. Un percorso opprimente da cui si sono liberati sfornando poi due dischi, prima Streetherapy e poi il già citato Coordinates for colorful egos, uscito lo scorso 29 novembre. "Il titolo è un po' la chiave di come è nato l'album - ha spiega Daiana in fase di lancio - e il fatto di aver scelto determinate coordinate che per noi rappresentano punti cardine nella nostra musica determina la felicità che abbiamo raggiunto in questi anni". Anni in cui non sono mancate tra le date italiane quelle nelle “loro” Colleferro e Serrone, mentre a Berlino spicca per ora il concerto di un anno fa al Prachtwerk di Ganghoferstrasse, in attesa della ripartenza.      

Copyright 2020 Citynews

Potrebbe Interessarti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento