Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Coronavirus, nel Lazio prima campagna 'Scuola sicura' d'Italia e sanità non più commissariata

D'Amato e Di Berardino, nella conferenza stampa in cui Zingaretti ha lanciato altresì lo slogan 'Non essere complice del Covid', hanno presentato 120.000 test sierologici per gli operatori scolastici

 

Nel pomeriggio di oggi, mercoledì 22 luglio, gli Assessori regionali Alessio D'Amato (Sanità) e Claudio Di Berardino (Scuola) hanno presentato la prima campagna "Scuola sicura" d'Italia, ovvero 120.000 test sierologici sugli operatori scolastici per una riapertura in sicurezza. Lo hanno fatto nel corso della stessa conferenza stampa in cui il Governatore del Lazio Nicola Zingaretti ha lanciato lo slogan "Se non vuoi essere complice del Covid-19, continua a rispettare le norme di sicurezza", ancora senza obbligo di mascherina, nonché celebrato la fine del commissariamento della sanità laziale. Non senza un lapsus iniziale: "Alle ore 15.30 si è concluso l'ultimo tavolo di verifica con il Mes (anziché Mef, ndr), l'ultimo di una lunga serie di tavoli che iniziarono 12 anni fa. Mef (Ministero Economia e Finanze, ndr) - si è corretto poi - Il Mes (Meccanismo Europeo di Stabilità, ndr) è quello che dobbiamo chiedere all'Europa". 

++ Articolo aggiornato alle 21.00 ++

Campagna "Scuola sicura": continua l'indagine epidemiologica

"Non è un test propedeutico all'avvio dell'anno scolastico - ha precisato lo stesso D'Amato - L’anno scolastico parte secondo le modalità che ha stabilito il Governo nazionale. Il nostro compito è quello di aiutare a farlo partire in serenità e, soprattutto, in sicurezza. È uno sforzo straordinario - ha aggiunto in conclusione - che, però, facciamo volentieri perché riteniamo la componente scolastica e le famiglie una componente essenziale, e ci serve anche per estendere l’indagine epidemiologica".

Procede così quella che lo stesso D'Amato definì “la più grande indagine epidemiologica in Italia”. Un maxi-screening che, oltre all’universo della sanità e delle forze dell’ordine, resta altrettanto gratuito per i donatori abituali di sangue e per gli oltre 79.000 operatori iscritti a Sanimpresa, e a costo agevolato per tutti gli altri cittadini. Tra la metà agosto e il mese di settembre, pertanto, i prelievi venosi saranno effettuati anche a docenti e personale scolastico. Negli oltre due mesi di attività, stando all'ultimo bilancio, sono stati sinora eseguiti oltre 200.000 dei preannunciati 300.000 test sierologici, con una circolazione del virus che resta ferma al 2.3% e lo scovamento di 446 asintomatici risultati prima . 

Potrebbe Interessarti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento