rotate-mobile

VIDEO | Elezioni 2022, il dono della sintesi: meno di 3 minuti con il candidato sindaco Mastrangeli

Dal farmacista e assessore uscente al bilancio, in rappresentanza del centrodestra, le risposte a tre semplici domande. Perché si candida a sindaco di Frosinone? Quali sono i tre punti principali del programma? Perché i Frusinati dovrebbero votarlo?

FrosinoneToday.it intervista i cinque candidati a sindaco di Frosinone alle Elezioni amministrative 2022: nell'ordine, stando alle quotazioni, Riccardo Mastrangeli (centrodestra), Domenico Marzi (campo largo di centrosinistra), Mauro Vicano (Centro), Vincenzo Iacovissi (Psi-Nuovo centrosinistra) e Giuseppe Cosimato (civico).

Dopo le risposte dell'avvocato Cosimato, dell'impiegato statale Iacovissi, del dirigente d'azienda Vicano e dell'avvocato e già sindaco Marzi, si conclude con il farmacista e assessore uscente al Bilancio e alle Finanze, Riccardo Mastrangeli. Si presenta in continuità con la doppia amministrazione guidata dal sindaco Nicola Ottaviani, coordinatore provinciale della Lega e suo principale sostenitore. 

Perché si candida a sindaco di Frosinone?

Mastrangeli: "Mi candido a sindaco perché la nostra coalizione ha scelto, attraverso uno strumento democratico che è quello delle Primarie, la mia persona. Lo ha fatto con un plebiscito inequivocabile. Penso che lo abbia anche fatto perché sono quello che è stato capace di unire una coalizione con appartenenza politiche diverse e persone che hanno anche una cultura diversa. Quindi ho deciso di rispondere, come tecnico della passata amministrazione, a questo appello. E l'ho fatto con un grande slancio, un grande entusiasmo e anche un grande sentimento". 

Quali sono i tre punti principali del suo programma?

Mastrangeli: "Sono infrastrutture e manutenzione, ambiente e mobilità, e cultura. Per ciò che riguarda le infrastrutture e manutenzione, dico subito che abbiamo in cassa 20 milioni di euro della rigenerazione urbana, con i quali faremo la riqualificazione del teatro Nestor, una mobilità veloce Stazione-De Matthaeis e viceversa, il raddoppio dell'ascensore inclinato. Poi abbiamo già in cassa 30 milioni di euro per la riqualificazione completa di quello che è il quartiere dello Scalo, con una nuova stazione ferroviaria. Per ciò che riguarda la manutenzione, essendo usciti quest'anno dal piano di riequilibrio economico finanziario, avremo in cassa 5 milioni di euro in più, che io voglio spendere per il decoro urbano, la manutenzione delle strade con asfalti e segnalatica orizzontale e verticale. Soprattutto decoro urbano, che curerò in prima persona. Abbiamo già in cassa dei denari, 3 milioni, per riqualificare l'intero quartiere di Selva Piana, un quartiere importante per la nostra città. Tra le infrastrutture intendo anche investimenti sulla digitalizzazione. Con i fondi del Pnrr avremo una digitalizzazione nuova, non solo del Comune e delle scuole che abbiamo già fatto, ma di tutta la città. La nostra città dovrà essere avanzata e sostenibile. Per la cultura abbiamo fatto tanto. Oltre al Nestor, stiamo riqualificando il teatro Vittoria. Continueremo con il Teatro tra le porte, la stagione teatrale invernale che è stata particolarmente affollata, e andremo avanti su questo percorso". 

Perché i Frusinati dovrebbero votare per lei?

Mastrangeli: "In questi dieci anni ho lavorato tantissimo per portare avanti un piano di riequilibrio di 50 milioni di euro di debiti ereditati dalle precedenti amministrazioni. Ma, nonostante questo, sono stato capace di attrarre investimenti importanti per la nostra città. A me quello che sta a cuore è il benessere dei cittadini, la qualità di vita. L'ho dimostrato in questi dieci anni, voglio continuare su questa linea con un nuovo entusiasmo e un nuovo slancio". 

Copyright 2022 Citynews

Sullo stesso argomento

Video popolari

VIDEO | Elezioni 2022, il dono della sintesi: meno di 3 minuti con il candidato sindaco Mastrangeli

FrosinoneToday è in caricamento