rotate-mobile

VIDEO | Da Frosinone Zingaretti condanna i No Vax che hanno minacciato la prima vaccinata d'Italia

Il presidente della Regione Lazio, in occasione del Vax Day in Ciociaria, ha definito "una vergogna" quanto accaduto all'infermiera Claudia Alivernini

In occasione del Vax Day in Ciociaria, registratosi oggi martedì 29 dicembre presso l'ospedale "Spaziani" di Frosinone, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ha condannato, definendolo "incommentabile", quanto accaduto alla prima vaccinata d'Italia Claudia Alivernini, infermiera 29enne dell'Istituto Spallanzani di Roma. Come riporta RomaToday.it, infatti, è stata ricoperta di insulti e minacce dai No Vax sui social network proprio per essere stata la prima in Italia a ricevere, "con orgoglio" il vaccino anti Covid-19. A lei, direttamente dal Capoluogo ciociaro, la solidarietà del governatore.

"Che ancora esistano, dopo quanto è avvenuto, persone che non solo negano l'efficacia del vaccino ma addirittura si permettano di aggredire coloro che se lo fanno è una vergogna - ha aggiunto Zingaretti, lanciando altresì la campagna regionale di invito alla vaccinazione -  Invito a non fare scherzi e avviare questa campagna di massa per raggiungere i risultati che ci permettano presto di far diventare il Covid un ricordo drammatico del passato. Credo che questo sia possibile e lo dobbiamo soprattutto alle vittime, a coloro che sono morti, che non so come chi fa le campagne anti Vax non può non tenere in considerazione".  

Copyright 2020 Citynews

Sullo stesso argomento

Video popolari

VIDEO | Da Frosinone Zingaretti condanna i No Vax che hanno minacciato la prima vaccinata d'Italia

FrosinoneToday è in caricamento