Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Rotondo tiene Protezione civile e Multiservizi e ridistribuisce le deleghe: “Ora non litigate più nei bar”

A Pontecorvo (Frosinone) nasce l'assessorato alla Transizione Ecologica, affidato a Belli: riconfermata vicesindaco ma senza PC. Al consigliere Carnevale tolta l’Azienda Speciale. Il sindaco: “Ce n’è per tutti, ma nessuno si senta padrone delle deleghe"

 

Il sindaco di Pontecorvo Anselmo Rotondo, dopo aver azzerato tutte le deleghe ad assessori e consiglieri comunali lo scorso 2 aprile 2021, le ha redistribuite a distanza di venti giorni. Oggi, giovedì 22 aprile, ha reso noto di aver tenuto per sé i rapporti con la Protezione civile e quelli con l’Azienda speciale multiservizi (Asm) del comune della provincia di Frosinone.

“In questi giorni - ha detto a riguardo dopo aver annunciato la nuova formazione - hanno dato un po’ di effervescenza e di frizione nelle piazze e, soprattutto, nei bar. Due deleghe che hanno determinato un po’ di caos, ma tranquillamente risolvibile.  Invito tutti a lasciare nelle piazze le polemiche sterili e infruttuose. Ce n’è per tutti e ognuno non si deve sentire padrone delle deleghe, che tra quattro o sei mesi possono essere riviste come confermate se il lavoro darà i suoi frutti. Non litigate”. Questo il messaggio di Rotondo, da "buon padre di famiglia", ai propri "figli". 

Rotondo: “Ce n’è per tutti, ora non litigate più nei bar”

In precedenza le deleghe alla PC e alla Multiservizi erano state assegnata rispettivamente all’ormai riconfermata vicesindaco Nadia Belli, a cui va il nuovo mega assessorato alla Transizione Ecologica, e al consigliere Fernando Carnevale, che in compenso ha ricevuto come extra i tributi. Questi ultimi primi nelle mani dell’assessore Micheli Sirianni Notaro.

“Ho fatto una serie di valutazioni e una sintesi - ha premesso nel suo video intervento il primo cittadino Rotondo - Alcune deleghe sono state spostate da un assessorato all’altro per meglio lavorare su quelle che sono dello stesso compartimento ed evitare divisioni che difficilmente metterebbero d’accordo i vari assessorati. L’obiettivo prioritario è il gioco di squadra. Nessuno può lamentare trattamenti diversi dagli altri. Per me non esistono amministratori di Serie A e di Serie B”.

Il nuovo mega assessorato alla Transizione Ecologica

Comprende, oltre all'Ambiente e alla raccolta differenziata già gestite dal vicesindaco Belli, varie incombenze: verde pubblico, sviluppo e recupero delle periferie, tutela di acque, montagne, parchi e riserve naturali, caccia e pesca, politica contro l’inquinamento acustico, luminoso ed elettromagnetico, sviluppo sostenibile, politiche energetiche. 

La ridistribuzione delle deleghe agli assessori

All'assessora Belli, oltre all'assegnazione della Transizione Ecologica, è stata confermata la delega all'agricoltura. In aggiunta, quella all'Ater, che era precedentemente dell'assessore Armando Satini. Quest'ultimo, a sua volta, riceve dalla vicesindaco la Manutenzione: finita nel "pacchetto" che comprende anche Urbanistica, Viabilità e Trasporti, Edilizia Privata e Condoni, Patrimonio e Demanio, e Affari Legali. 

Prima Belli aveva anche la delega al Centro Anziani. Ora, invece, a gestire le politiche per l'Anziano sarà il consigliere Rocco Massimiliano Folcarelli (Politiche Sociali), assieme a quelle per l’integrazione, per la famiglia e la disabilità (altra new entry) e alla tutela dei consumatori. 

L'assessore Michele Sirianni Notaro, orfano dei tributi, continuerà a occuparsi di bilancio e finanze. Questi, però, finiti nel contenitore denominato "Risorse Strategiche" assieme a decentramento, organizzazione, innovazione, personale, Polizia locale, sistemi informatici e digitalizzazione. Per lui anche i rapporti con i Comuni e un'altra novità: la Sicurezza

All'assessore Gianluca Narducci, poi, sono stati riassicurati Lavori Pubblici (con i plus delle Infrastrutture e del Dissesto Idrogeologico), Igiene e Salute, e Servizi Cimiteriali. Ha perso, però, Sport e Strutture Sportive. Che, con il tempo libero, sono state assegnate al consigliere Massimo Santamaria, riconfermandogli al contempo Turismo e Grandi Eventi

A completare il quadro della Giunta la riconferma delle deleghe, con l'aggiunta  delle minoranze etniche e linguistiche, all'assessora Annagrazia Longo: Pubblica Istruzione, Risorse Educative, Edilizia Scolastica, Trasporto Scolastico, Gestione dell’asilo nido, Politiche dell’infanzia e giovanili, Tutela e benessere degli animal. 

Le nuove disposizioni per i consiglieri comunali

Confermata come presidente del Consiglio Katiuscia Mulattieri, con le "vecchia" ma rinforzata delega alla Cultura (in più beni archeologici, storici e monumentali, centro storico, musei e biblioteche) e la nuova mission dei Rapporti istituzionali con tutti i delegati. 

Il riconfermato capogruppo di maggioranza Fernando Carnevale, senza rapporti con l'Azienda speciale multiservizi, avrà Tributi e Toponomastica oltre a quanto già avuto: i rapporti con le Associazioni. E, come già anticipato, il consigliere Santamaria sarà delegato a Turismo, Grandi Eventi, Sport e Tempo Libero e il collega Folcarelli alle Politiche sociali. 

Queste, infine, le deleghe dei consiglieri Gaetano Spiridigliozzi e Francesca Maini: da un lato, oltre al Commercio e alle Attività Produttive, le Politiche per il lavoro, Fiere e mercati e Sportello Suap; dall'altro lato, Rigenerazione urbana e Decoro e Beni comuni a parte, l'abbattimento delle barriere architettoniche e la ricerca dei finanziamenti. 

Copyright 2021 Citynews

Potrebbe Interessarti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento