rotate-mobile

VIDEO | Rotondo tiene Protezione civile e Multiservizi e ridistribuisce le deleghe: “Ora non litigate più nei bar”

A Pontecorvo (Frosinone) nasce l'assessorato alla Transizione Ecologica, affidato a Belli: riconfermata vicesindaco ma senza PC. Al consigliere Carnevale tolta l’Azienda Speciale. Il sindaco: “Ce n’è per tutti, ma nessuno si senta padrone delle deleghe"

Il sindaco di Pontecorvo Anselmo Rotondo, dopo aver azzerato tutte le deleghe ad assessori e consiglieri comunali lo scorso 2 aprile 2021, le ha redistribuite a distanza di venti giorni. Oggi, giovedì 22 aprile, ha reso noto di aver tenuto per sé i rapporti con la Protezione civile e quelli con l’Azienda speciale multiservizi (Asm) del comune della provincia di Frosinone.

“In questi giorni - ha detto a riguardo dopo aver annunciato la nuova formazione - hanno dato un po’ di effervescenza e di frizione nelle piazze e, soprattutto, nei bar. Due deleghe che hanno determinato un po’ di caos, ma tranquillamente risolvibile.  Invito tutti a lasciare nelle piazze le polemiche sterili e infruttuose. Ce n’è per tutti e ognuno non si deve sentire padrone delle deleghe, che tra quattro o sei mesi possono essere riviste come confermate se il lavoro darà i suoi frutti. Non litigate”. Questo il messaggio di Rotondo, da "buon padre di famiglia", ai propri "figli". 

Rotondo: “Ce n’è per tutti, ora non litigate più nei bar”

In precedenza le deleghe alla PC e alla Multiservizi erano state assegnata rispettivamente all’ormai riconfermata vicesindaco Nadia Belli, a cui va il nuovo mega assessorato alla Transizione Ecologica, e al consigliere Fernando Carnevale, che in compenso ha ricevuto come extra i tributi. Questi ultimi primi nelle mani dell’assessore Micheli Sirianni Notaro.

“Ho fatto una serie di valutazioni e una sintesi - ha premesso nel suo video intervento il primo cittadino Rotondo - Alcune deleghe sono state spostate da un assessorato all’altro per meglio lavorare su quelle che sono dello stesso compartimento ed evitare divisioni che difficilmente metterebbero d’accordo i vari assessorati. L’obiettivo prioritario è il gioco di squadra. Nessuno può lamentare trattamenti diversi dagli altri. Per me non esistono amministratori di Serie A e di Serie B”.

Il nuovo mega assessorato alla Transizione Ecologica

Comprende, oltre all'Ambiente e alla raccolta differenziata già gestite dal vicesindaco Belli, varie incombenze: verde pubblico, sviluppo e recupero delle periferie, tutela di acque, montagne, parchi e riserve naturali, caccia e pesca, politica contro l’inquinamento acustico, luminoso ed elettromagnetico, sviluppo sostenibile, politiche energetiche. 

La ridistribuzione delle deleghe agli assessori

All'assessora Belli, oltre all'assegnazione della Transizione Ecologica, è stata confermata la delega all'agricoltura. In aggiunta, quella all'Ater, che era precedentemente dell'assessore Armando Satini. Quest'ultimo, a sua volta, riceve dalla vicesindaco la Manutenzione: finita nel "pacchetto" che comprende anche Urbanistica, Viabilità e Trasporti, Edilizia Privata e Condoni, Patrimonio e Demanio, e Affari Legali. 

Prima Belli aveva anche la delega al Centro Anziani. Ora, invece, a gestire le politiche per l'Anziano sarà il consigliere Rocco Massimiliano Folcarelli (Politiche Sociali), assieme a quelle per l’integrazione, per la famiglia e la disabilità (altra new entry) e alla tutela dei consumatori. 

L'assessore Michele Sirianni Notaro, orfano dei tributi, continuerà a occuparsi di bilancio e finanze. Questi, però, finiti nel contenitore denominato "Risorse Strategiche" assieme a decentramento, organizzazione, innovazione, personale, Polizia locale, sistemi informatici e digitalizzazione. Per lui anche i rapporti con i Comuni e un'altra novità: la Sicurezza

All'assessore Gianluca Narducci, poi, sono stati riassicurati Lavori Pubblici (con i plus delle Infrastrutture e del Dissesto Idrogeologico), Igiene e Salute, e Servizi Cimiteriali. Ha perso, però, Sport e Strutture Sportive. Che, con il tempo libero, sono state assegnate al consigliere Massimo Santamaria, riconfermandogli al contempo Turismo e Grandi Eventi

A completare il quadro della Giunta la riconferma delle deleghe, con l'aggiunta  delle minoranze etniche e linguistiche, all'assessora Annagrazia Longo: Pubblica Istruzione, Risorse Educative, Edilizia Scolastica, Trasporto Scolastico, Gestione dell’asilo nido, Politiche dell’infanzia e giovanili, Tutela e benessere degli animal. 

Le nuove disposizioni per i consiglieri comunali

Confermata come presidente del Consiglio Katiuscia Mulattieri, con le "vecchia" ma rinforzata delega alla Cultura (in più beni archeologici, storici e monumentali, centro storico, musei e biblioteche) e la nuova mission dei Rapporti istituzionali con tutti i delegati. 

Il riconfermato capogruppo di maggioranza Fernando Carnevale, senza rapporti con l'Azienda speciale multiservizi, avrà Tributi e Toponomastica oltre a quanto già avuto: i rapporti con le Associazioni. E, come già anticipato, il consigliere Santamaria sarà delegato a Turismo, Grandi Eventi, Sport e Tempo Libero e il collega Folcarelli alle Politiche sociali. 

Queste, infine, le deleghe dei consiglieri Gaetano Spiridigliozzi e Francesca Maini: da un lato, oltre al Commercio e alle Attività Produttive, le Politiche per il lavoro, Fiere e mercati e Sportello Suap; dall'altro lato, Rigenerazione urbana e Decoro e Beni comuni a parte, l'abbattimento delle barriere architettoniche e la ricerca dei finanziamenti. 

Copyright 2021 Citynews

Sullo stesso argomento

Video popolari

VIDEO | Rotondo tiene Protezione civile e Multiservizi e ridistribuisce le deleghe: “Ora non litigate più nei bar”

FrosinoneToday è in caricamento