Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Pontecorvo, il gran giorno è arrivato: il vicesindaco Nadia Belli è tornata a casa

Dopo il grave malore, il risveglio dal coma, la ripresa a distanza dell’attività amministrativa e ora, tra mille emozioni e lacrime, il caldo abbraccio del Primo Cittadino Rotondo e di familiari e amici in occasione del suo ritorno da marito e figli

 

Tre mesi fa il grave malore, poi il risveglio dal coma a distanza di dieci giorni e, come in occasione del Consiglio comunale di lunedì 20 luglio, la ripresa dell’attività amministrativa in collegamento dalla Fondazione Santa Lucia di Roma. Oggi, giovedì 30 luglio, è arrivato il gran giorno: il vicesindaco di Pontecorvo Nadia Belli è tornata a casa – come si può vedere nel video integrale girato in diretta da Gabriele Quaterni e pubblicato nel gruppo FB "Pontecorvo siamo noi..." – con suo marito Marco e i suoi adorati figli, tra mille emozioni e lacrime. Ad accoglierla, con lo striscione “Bentornata Nadia” e vari omaggi floreali e artistici, familiari e amici nonché il fraterno Primo Cittadino Anselmo Rotondo.

“Cara Nadia - così, con una dedica social, il Sindaco Rotondo - Le mie giornate sono cambiate, le mie nottate sono cambiate, il pensiero fisso era rivolto a te. Mai avrei immaginato di piangere per te. Da quando ti ho conosciuta ho incontrato una donna leale, concreta, corretta, rispettosa e a volte non ho capito le tue virtù. Il tuo rientro di oggi a casa mi ha riempito di Gioia immensa, pura, sentita. Il tuo passo felpato verso di noi è stato come un alito di un angelo custode. Il tuo angelo custode, il nostro angelo custode, che ti ha salvato la vita e ha permesso di averti tra noi oggi. Sono adesso più sereno e da stanotte riposerò sapendoti a casa, con la tua famiglia, con i tuoi concittadini e con me”.

Copyright 2020 Citynews

Potrebbe Interessarti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento