Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Operazione anticrimine a Sora, De Donatis: ‘Siamo una comunità sana, che vive di lavoro’

È quanto ha precisato il primo cittadino, preannunciando anche una ‘fiaccolata della legalità’, in relazione all’intervento del vice questore di Frosinone Genovesi: ‘C’è omertà. Nessuno parla, nemmeno chi amministra la città’

 

“Sora non ne è uscita bene, c’è omertà. Nessuno parla, nemmeno chi amministra la città”, ha dichiarato nelle scorse ore il vice questore di Frosinone Flavio Genovesi rispetto alla maxi operazione “Requiem - Ultimatum al crimine” attuata in città lo scorso 6 ottobre.  

Parole pesanti come macigni quelle pronunciate dal capo della squadra mobile, la stessa che in sinergia con la Guardia di Finanza ha condotto le indagini e arrestato i 25 accusati di traffico di droga, riciclaggio ed estorsione. Dichiarazioni che hanno inevitabilmente scosso fortemente l’opinione pubblica. Da qui l’intervento di chi si è sentito principalmente chiamato in causa.   

‘Siamo una comunità sana, che vive storicamente di lavoro, non di altro’, ha tenuto difatti a precisare il sindaco della città volsca Roberto De Donatis, preannunciando l’organizzazione di una “fiaccolata per la legalità” assieme a cittadini, sindacati, associazioni, istituzioni e chiesa. “Una fiaccolata - ha evidenziato il primo cittadino – per sventolare la nostra distanza da qualsiasi concetto legato all’evoluzione negativa della nostra società e della nostra comunità”.  

Copyright 2020 Citynews

Potrebbe Interessarti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento