Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | L'agonia di Heidi, il cane buono avvelenato senza pietà

Polpette farcite di un potentissimo diserbante per lumache, lanciate nel giardino, hanno provocato la morte atroce del povero animale. Quattro i casi accertati in pochi giorni

 

Heidi è morta tra atroci sofferenze e inutile è stata la corsa dei padroni verso il vicino veterinario. E' stata avvelenata con delle polpette contenenti diserbate per lumache. Un prodotto chimico micidiale per uomini ed animali. E' accaduto ieri a Cervaro (nel sud della provincia di Frosinone) dove, in pochi giorni, sono stati quattro i cani (che all'interno di giardini) uccisi in maniera tanto atroce. I volontari dell'associazione 'Qua la zampa' chiedono un immediato intervento delle autorità e soprattutto che venga individuato il killer di queste povere bestie.

La storia di Neve

Un altro cagnolino, sempre nella giornata di ieri, è stato preso di mira ma in questo caso i padroni sono riusciti a capire per tempo cosa stesse accadendo. Ora lotta tra la vita e la morte dal veterinario. La popolazione di Cervaro, negli anni passati, è stata fortemente provata dalla terribile uccisione di Neve, cane di rara bellezza, rapito e poi trovato morto, appeso ad un albero dopo essere stato torturato, in una zona boschiva. Un fatto gravissimo che però non ha mai avuto un colpevole. Ora questa nuova strage di animali innocenti lascia credere che a Cervaro possa esserci qualcuno che odia così tanto gli animali fino al punto di ucciderli senza pietà. 

Un nuovo caso di avvelenamento

Questa mattina c'è stato segnalato un nuovo caso di avvelenamento di un altro cane sempre nel comune di Cervaro.

Copyright 2020 Citynews

Potrebbe Interessarti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento