Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | La Provincia di Frosinone consegna ufficialmente le nuove aule a 150 studenti dell'Agrario

Presenti al taglio del nastro il Presidente dell'ente provinciale Pompeo, la delegata alla Pubblica Istruzione Sardellitti, il Vicario dell'Ufficio Scolastico Monteforte e la Dirigente dell'IIS "Angeloni" Nardoni. Assente il Comune di Frosinone

 

Nella mattinata di oggi, lunedì 20 gennaio, è andata in scena la cerimonia istituzionale di consegna delle nuove sette aule dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Luigi Angeloni” di Frosinone, realizzate dall’amministrazione provinciale per accogliere 150 studenti dell’Indirizzo Professionale e Tecnico Agrario. Dall'ente di Piazza Gramsci, nell'occasione, anche le scuse per il ritardo

Grazie a un prossimo finanziamento ministeriale di 2.495.000 euro, inoltre, verrà ristrutturata un’altra struttura fatiscente del complesso di Via Armando Fabi. In tal modo, nei pressi dell’azienda agraria in cui gli alunni dell’Agrario svolgono i propri tirocini, saranno strategicamente traferiti anche tutti gli altri futuri periti agrari rimasti nel plesso centrale di Viale Roma. Lo stesso in cui non sono mancati malumori interni all'Indirizzo Tecnico Economico.   

Il taglio del nastro

L’inaugurazione ufficiale del nuovo edificio, tra corpo docente e studenti, è avvenuta alla presenza del Presidente della Provincia Antonio Pompeo, della Consigliera delegata alla Pubblica Istruzione Alessandra Sardellitti, del Vicario dell’Ufficio Scolastico territoriale Antonio Monteforte e della dirigente scolastica dell’IIS “Angeloni” Alessandra Nardoni.

Ad assistere all'evento anche Jacopo Nannini, coordinatore provinciale della Rete degli Studenti Medi, ringraziata dallo stesso Pompeo per il continuo e costruttivo dialogo con l'amministrazione provinciale.   

Gli assenti

Assente, per via di impegni istituzionali, il Consigliere provinciale delegato all’Edilizia Scolastica Massimiliano Quadrini, Sindaco di Isola Liri. A lamentare tutt’altra defezione, invece, è stata l’altresì consigliera comunale di Frosinone Sardellitti: “Oggi non c'è nessuno in rappresentanza del Comune e mi dispiace”, ha evidenziato scagliando una frecciata verso l'amministrazione Ottaviani

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da una studentessa dell’Agrario

“La prima settimana di rientro a scuola, nella nuova sede - ha preso la parola un’alunna - l’impatto è stato molto bello, magico. Mi sento a casa ed è molto per me. Quando entro in classe, guardo fuori dalla finestra e vedo l’azienda, un panorama fantastico”.

“Mi sento felice - ha aggiunto - anche quando in aula entra il sole, perché la rende luminosa e spaziosa. Una meravigliosa scuola, anche perché capisco quante lotte hanno dovuto compiere i miei compagni prima di me”.

Da un suo compagno di scuola

“In questa nuova sede - si è agganciato un altro studente - facciamo la ricreazione all’aperto e poi il tempo passa subito. Noi ci sentiamo a casa, perché vicino c’è l’azienda agraria e possiamo svolgere l’attività di formazione, che nella vecchia scuola non potevamo fare".   

Dal Presidente Pompeo

“Questi bravissimi ragazzi, con la loro semplicità - ha esordito Pompeo - hanno in qualche modo esternato quello che dovrebbe essere la scuola di oggi, una scuola bella, accogliente, luminosa, spaziosa e, soprattutto, in sicurezza. Abbiamo lavorato per questo e siamo qui soddisfatti e contenti in questo momento di festa per tutti”.

Ma siamo qui anche per chiedere scusa - ha chiesto venia - al di là di chi sono poi le responsabilità. Credo sempre nella continuità istituzionale all’interno di una pubblica amministrazione. Oggi l’istituzione deve chiedere scusa per le troppe lungaggini per un’opera che doveva essere pronta già da tempo. Però ci siamo, adesso viviamo questo momento”.

Siamo qui per festeggiare, ma anche per prendere un impegno - ha annunciato poi - Posso dirvi ufficialmente che è notizia di qualche giorno fa che abbiamo ottenuto dal Miur un finanziamento di quasi 2.500.000 euro. Questo ci permetterà di ultimare la struttura adiacente e di metterla in sicurezza”.

Dalla Consigliera Sardellitti

“Sono qui a ringraziare l’amministrazione provinciale - ha sottolineato la delegata alla P.I. - per l’impegno che stiamo mettendo nell’edilizia scolastica e nella pubblica istruzione. Siamo felici e orgogliosi di aver restituito una sede degna all’Istituto agrario ‘Angeloni’ e c’è l’impegno del Presidente affinché ci sia anche lo spostamento dell’altro pezzo mancante dell’Istituto, che per la città di Frosinone è un istituto importantissimo e storico”.

La Provincia ha un debole per gli istituti professionali e tecnici - ha poi accentuato la stessa Sardellitti - perché riconosciamo le loro difficoltà. In un momento in cui tutti i genitori vorrebbero, e non si sa per quale motivo, l’iscrizione dei loro figli nei poli scientifici e classici, questi istituti stanno cominciando a soffrire un po’. Sono istituti, invece, che proiettano nel mondo del lavoro i ragazzi e che necessitano, forse più di altri, di un maggior appoggio della Provincia, che è indubbio che ci sia”.

Dal Dott. Monteforte

È una giornata speciale - l’ha definita il Vicario dell’Ufficio Scolastico Provinciale - perché ritengo che, ogni qualvolta ci sia la consegna di un nuovo spazio scolastico, vuol dire che si è investito su futuro, relazione educativa, professionalità e morale della comunità, nonché si è donato ai ragazzi la possibilità di esercitare il loro diritto costituzionale all’istruzione in una scuola pubblica adeguata, funzionale e sicura”.

Dalla preside Nardoni

Sono reggente in questa scuola a partire dal primo settembre 2019 - ha messo in chiaro la dirigente dell’IIS ‘Angeloni’ - quindi il momento di oggi non è farina del mio sacco, come si suol dire, bensì dell’impegno congiunto, ribadito anche dal Presidente della Provincia, da parte della rappresentanza degli studenti, del corpo docente e di tutti gli attori della scuola”.

“Anche da parte - ha detto poi - della collega che mi ha preceduto e incaricato di portare i suoi saluti, la preside Teresa Orlando. Io mi sono sentita immediatamente a casa - ha chiarito ulteriormente, però, la stessa Nardoni - e non sto lavorando in virtù di una reggenza, cioè non sto lavorando con minore impegno”.

Rispetto a una polemica in corso rispetto all’assegnazione delle nuove aule, la dirigente dell’IIS Angeloni ha fatto presente che “gli ambienti sono otto e un’aula è da destinare al laboratorio di informatica. E poiché le classi dell’Istituto Tecnico (altro pretendente indirizzo dell’IIS “Angeloni”, ndr) sono sette -  ha spiegato - è questa l’unica ragione logistica - e la sto dando pubblicamente perché mi è stata fatta questa domanda anche dalla rappresentanza degli studenti - che ci ha indotto, per non dire costretto, a portare il Tecnico Economico giù (nella sede di Viale Roma, ndr)”.

“L’impegno da parte del Presidente della Provincia è straordinario – ha concluso la preside Nardoni -  ovvero quello di realizzare una nuova struttura accanto a questa in maniera tale che tutti gli studenti che adesso “abitano” lo storico edificio della “Angeloni” possano, appunto, venire presso questa unica struttura per creare un’unica comunità e per poter fruire tutti, indistintamente e appieno, dell’offerta formativa molto qualificata che l’Istituto di Istruzione Superiore offre ai ragazzi di questo territorio e di quelli limitrofi”.  

Dulcis in fundo 

In conclusione, il Presidente Pompeo ha visitato le aule di Via Fabi e, in un momento di convivialità con docenti, studenti e personale dell'Agrario, ha potuto assaporare i prodotti realizzati dagli studenti nella "loro" azienda agraria, mai così vicina ai banchi di scuola.  

Potrebbe Interessarti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento