Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Coronavirus, al 'Santa Scolastica' la tenda pre-triage è chiusa. Allo 'Spaziani' di Frosinone accoglie i casi sospetti

Lo strano paradosso dell'emergenza che sta attanagliando anche la nostra provincia. A Cassino dove transitano i pazienti a rischio? Il dato choc di Ini Città Bianca

 

Una 'guerra' quotidiana quella che i camici bianchi portano avanti negli ospedali di Frosinone e Cassino dove manca personale e materiale per garantire l'incolumità fisica di medici e infermie. A lanciare l'appello è stato il dottor Fabrizio Cristofari, presidente dell'Ordine dei Medici di Frosinone che ha denuncia lo stato di 'abbandono' da parte delle Istituzioni nei confronti della categoria dei medici e chiede l'effettuazione immediata dei tamponi per coloro che lavorano in corsia e che è oramai sono allo stremo per carenza di organico e per le difficoltà con le quale bisogna accogliere gli infettati.  Nella giornata di sabato si sono registrati altri due decessi (che dal quattro marzo salgono quindi a 26) mentre mancano le mascherine (quelle indossate sono esclusivamente provento di donazioni fatte da aziende private e comitati di sostegno). Stesso discorso per i calzari. Le ambulanze non vengono sanificate per tempo dopo che si è viaggiati con pazienti positivi a bordo.

Un bollettino di guerra

A Cassino, poi, c'è il mistero della tenda del pre-triage allestita dalla Protezione Civile e mai entrata in funzione. Non ci sarebbe personale disposto a svolgere quel tipo di servizio. I dati dei contagi,in particolar modo nelle residenze per anziani e nei centri riabilitativi, sono un bollettino di guerra: 63 pazienti positivi presso la struttura di Ini Città Bianca di Veroli, 7 gli operatori sanitari; 17 presso la Hernitage di Fiuggi: in due sono stati trasferiti a Roma. A Cassino, la situazione del San Raffaele sempre più confortante: 26 le persone degenti risultate positive al tampone. Di queste 9 fanno parte del personale medico e infermieristico. Gli operatori in isolamento fiduciario sono 400. Questo solo per ciò che concerne le strutture sanitarie. Il resto dei contagiati riguarda dipendenti di aziende, liberi professionisti o più semplicemente cittadini entrati in contatto con portatori asintomatici del Covid-19. Nella giornata di venerdì è stata chiusa la sede Inps di Cassino dopo che una delle guardie giurate in servizio, è risultata positiva al tampone. Nella sede di via Polledrera da oramai tre settimane i dipendenti proseguono nel servizio attraverso lo smart working da casa. 
 

Copyright 2020 Citynews

Potrebbe Interessarti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento