Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Leodori e Onorati: 'Ecco le 42 azioni del nuovo Piano di risanamento della qualità dell’aria’

L’aggiornato Prqa è stato lanciato dal vicegovernatore del Lazio, dall’assessora all’ambiente, dal dg dell’Arpa Lupo e dalla dirigente Tosini. Frosinone, Cassino, Alatri ed Anagni, intanto, sono tra i 9 comuni beneficiari di 2 milioni anti-inquinamento

 

Nel pomeriggio di oggi, lunedì 28 settembre, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del nuovo Piano di risanamento della qualità dell’aria del Lazio. Prqa che è stato aggiornato agli inizi dello scorso mese di agosto dalla Giunta Zingaretti ed è stato proposto e illustrato dal vicegovernatore Daniele Leodori, dall’assessora regionale all’Ambiente Enrica Onorati, dal direttore generale dell’Arpa Lazio Marco Lupo e dalla responsabile della Direzione Politiche ambientali Flaminia Tosini.

Sempre in giornata, nel frattempo, è partita la comunicazione della Direzione politiche ambientali e ciclo dei rifiuti della Regione Lazio ai 9 Comuni beneficiari dei due milioni di euro previsti dalla misura 2 dell'Accordo di Programma sottoscritto nel 2018 con il Ministero dell'Ambiente per l'adozione coordinata e congiunta di misure volte al miglioramento della qualità dell'aria sul territorio regionale.

Tra le misure previste dal protocollo, infatti, quella dedicata ai Comuni di Alatri, Anagni, Cassino, Ciampino, Colleferro, Frascati, Frosinone, Roma e San Cesareo per la realizzazione di infrastrutture per il rifornimento di carburanti alternativi e per la ricarica di veicoli elettrici, nonché di infrastrutture per la mobilità ciclo-pedonale e la relativa interconnessione.

Entro il prossimo 16 ottobre gli enti interessati dovranno manifestare il proprio interesse al finanziamento di un intervento per il miglioramento della qualità dell’aria, che sarà finanziato nel limite massimo previsto per ognuno di loro. Dopo la raccolta delle manifestazioni di interesse, la Regione farà un bando per la definizione dei progetti di intervento veri e propri.

L’aggiornamento del Piano

“L’aggiornamento - ha dichiarato l’assessora Onorati - ha individuato un nuovo scenario emissivo che ci pone come obiettivo principale il raggiungimento entro l’anno 2025 dei valori limite indicati dal decreto legislativo 155 del 2010 (attuazione della direttiva europea 50/2008 relativa alla qualità dell’aria, ndr) per l’intero territorio della regione Lazio. Un obiettivo, anche in termini temporali, che sta dentro anche agli obiettivi della strategia Europa 2020 ed è quindi un matching di date e obiettivi che davvero fanno sempre più incontro con quelle che sono le politiche europee in materia ambientale. La Regione Lazio metterà in campo una serie di misure articolate in 42 azioni: 16 per il settore dei trasporti, 13 per quelli relativi alla combustione civile, 4 per il settore dell’industria, 6 per il settore dell’agricoltura e della zootecnia, e 3 per il settore delle emissioni diffuse”.

Copyright 2020 Citynews

Potrebbe Interessarti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento