Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Sora, dopo il divertimento i ragazzi ripuliscono la città e lanciano la sfida: "Dimostriamo il nostro valore"

I giovani si sono rimboccati le maniche ed hanno raccolto e gettato via bottiglie e bicchieri utilizzati durante il sabato sera

 

Non ci stanno ad essere additati come incivili solo perché sono giovani che amano divertirsi il sabato sera. Ma anzi vogliono dimostrare di essere responsabili e di tenere alla loro città. Ecco perché alcuni ragazzi di Sora, muniti di sacchi della spazzatura e guanti, si sono rimboccati le maniche e sabato notte hanno ripulito il centro cittadino da bottiglie e bicchieri utilizzati fino a poco prima. 

La voce dei ragazzi

"Con altri ragazzi abbiamo deciso di iniziare a farci sentire, di difenderci e di dimostrare che anche noi valiamo, che non siamo solo un capro espiatorio per i problemi della città e vogliamo farlo non con insulti o provocazioni, ma con azioni concrete che possano dimostrare che il nostro senso di appartenenza e civiltà è più grande di quello che molti pensano. - spiegano i ragazzi che per primi si sono attivati - Per chi ci tiene, come noi, abbiamo pensato di iniziare con un piccolo gesto, abbiamo pensato di ripulire dopo il sabato sera appena trascorso e dopo la chiusura dei locali la nostra città. Chiunque è il benvenuto in questa nuova sfida, vi aspettiamo per le prossime serate e nel caso qualcuno non volesse/ potesse venire, sarebbe di gran aiuto anche solo condividete questa idea e cercare di sporcare preventivamente il meno possibile. Può essere un punto di inizio per creare qualcosa di grande, per unire tante e diverse idee e per dimostrare il nostro valore a questa vecchia città! Sora siamo noi".

L'ordinanza del sindaco

A motivare la loro scelta anche l'ordinanza del sindaco di Sora, Roberto De Donatis, conseguente a quanto accaduto nelle passate settimane, con i parchi e le strade della città letteramente invase da bottiglie di alcolici, ma che  oltre a disciplinare gli orari di apertura delle attività ed il divieto di consumo di alcolici nelle piazze e negli spazi pubblici, di fatto va a penalizzare i locali che hanno la necessità di ripartire dopo i 3 mesi di stop. La loro non vuole essere una critica verso l'operato dell'Amministrazione, ma un esempio di grande senso civico. 

Plauso dalla consigliera Castagna

Un'iniziativa che ha ricevuto il plauso dalla consigliera delegata alle Politiche giovanili, Simona Castagna che ha così commentato: "Fa piacere vedere che ci sono tanti giovani che denunciano l'irresponsabilità di altri coetanei, contribuendo attivamente a ripristinare il decoro. La parola chiave per evitare ciò che è accaduto è la "sensibilizzazione" dei giovani. Demonizzare la movida, in un momento come quello che viviamo oggi, non è la soluzione ai problemi di inciviltà; è necessario educare i cittadini al rispetto delle regole, invitandoli sia a rivedere le forme di socializzazione per evitare assembramenti e sia ad essere più attenti al rispetto dell'ambiente circostante".

Che dire? Bravi ragazzi!

Copyright 2020 Citynews

Potrebbe Interessarti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento