CassinateToday

Cervaro, nuova illuminazione, vecchia politica: la denuncia di Zambardi

Il consigliere di opposizione si interroga sul perché la gara di appalto per la sostituzione delle lampadine sia stata vinta da un sostenitore di Marrocco

Otello Zambardi, consigliere di opposizione al comune di Cervaro torna a 'denunciare' pubblicamente quelle che a suo dire sarebbero macroscopiche irregolarita da parte del sindaco Marrocco e inerenti la gestione delle casse comunali. "A Cervaro sono state sostituite sul corso della Repubblica e nella piazza, senza gara e con una semplice determinazione n.24 lampadine a led per il costo di circa 3.000. Con quale motivazione? Che sussisteva un’urgenza - domanda Zambardi -. E quando si è determinata questa urgenza? Non si sa. Prima delle elezioni amministrative, durante la gestione del Commissario Prefettizio, nessuno aveva rilevato alcuna anomalia nella pubblica illuminazione. Evidentemente non vi era alcuna necessità d’intervenire con urgenza. Eppure, guarda caso, dopo le elezioni ci si è accorti di questa “urgenza” e sono stati sostituiti 24 proiettori a Led".

Il sostegno sui social

"L’appalto per la sostituzione delle luci è stato affidato direttamente alla società Led 'Project Srl' il cui titolare, ma certo sarà una coincidenza, ha sponsorizzato la lista capeggiata da Ennio Marrocco durante la appena conclusa campagna elettorale. La sua pagina Facebook è un tripudio di inviti a votare il neo eletto sindaco. Risulta quindi alquanto bizzarra la spiegazione vergata sulla determina di affidamento dei lavori: "In seguito ad un’indagine di mercato per prodotti corrispondenti alle esigenze dell’amministrazione in termini di prezzi/qualità”. Dopo aver richiesto ufficialmente al Sindaco di poter visionare i documenti allegati a detta determina, nulla mi è stato consegnato".

L'assegnazione

"Mi chiedo, dove sono i documenti dell’indagine di mercato per i prodotti corrispondenti? Dove sono i documenti che comprovano che la Società Led Project Srl ha presentato l’offerta più vantaggiosa, “che si è dimostrata più conveniente”? Più conveniente nei confronti di chi? La scelta è stata fatta per tipo, per qualità, per prestazioni tra diverse marche di lampadine? Nulla di tutto ciò emerge nella scelta della ditta fornitrice da parte del Sindaco. Non sembra un modo di procedere lineare, onesto e trasparente. Mi auguro che sia stato fatto tutto a norma di legge nel rispetto delle linee guida ANAC secondo cui è necessaria la produzione di una serie di documenti da parte della società fornitrice".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le scarpe della Lidl vanno a ruba anche a Frosinone: sold out in pochi minuti

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Paliano, è morto l’imprenditore Umberto Schina

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Coronavirus, oggi si deciderà se la Ciociaria e il resto del Lazio entreranno in zona arancione o meno

  • Tentato omicidio in viale Mazzini, ecco cosa c'è dietro la tragedia di ieri notte

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento