Cassino Cassino

Cassino, controlli igienici sanitari sugli alimenti scoperte carenze notevoli

Sono proseguiti anche in questo fine settimana i servizi tesi a prevenire reati contro l’igiene e la salute pubblica espletati dal Comando Compagnia di Cassino unitamente al Nucleo Carabinieri Antisofisticazioni e Sanità di Latina.

Sono proseguiti anche in questo fine settimana i servizi tesi a prevenire reati contro l'igiene e la salute pubblica espletati dal Comando Compagnia di Cassino unitamente al Nucleo Carabinieri Antisofisticazioni e Sanità di Latina. Nel corso dell'ispezione effettuata ad un noto bar-ristorante della Città Martire, i militari operanti rilevavano che i locali interni dell'esercizio commerciale presentavano carenze igienico sanitarie, strutturali e gestionali (sporco grossolano non rimosso nel tempo, ragnatele sui pensili, scrostature della tinteggiatura e formazione di muffa sulle pareti), nonché rinvenivano 35 kg di derrate alimentari (salumi, salsicce, stinco, pane e carne surgelata) prive di elementi atti a garantire la rintracciabilità. In particolare i salumi erano privi di etichettatura, mentre il pane e la carne surgelata non risultavano essere stati sottoposti ad operazione di abbattimento della temperatura di autocontrollo. Per le infrazioni rilevate la società gestrice dell'attività veniva sanzionata con un ammenda di duemila euro mentre i prodotti alimentari venivano sottoposti a sequestro amministrativo. Il personale dell'ASL - Dipartimento di prevenzione servizio igiene alimenti e nutrizione - fatto intervenire a richiesta dei Carabinieri, disponeva l'immediata sospensione dell'attività di ristorazione, con esclusione dell'area bar.

Inoltre i Carabinieri della Stazione di Cassino, unitamente a personale dell'ARPA Lazio di Frosinone, si recavano presso l'area di circa 300 mq, sottoposta a sequestro il 30 settembre u.s. per sospetto inquinamento ambientale, per effettuare i prelievi delle acque visibilmente inquinate a causa dalla presenza di chiazze tipicamente d'olio e/o idrocarburi. I militari operanti, dopo aver ultimato i rilievi fotografici a corredo del sopralluogo, procedevano ad effettuare i prelievi dei liquami sovrastanti le acque del canale.

Al termine delle operazioni eseguite, i campioni di liquido prelevati venivano sigillati e inoltrati al laboratorio analisi dell'ASL di Frosinone per le verifiche dei contenuti successivamente trasmessi all'Autorità Giudiziaria competente.

GALLINARO, UBRIACO PROVOCA UN INCIDENTE RITIRATA LA PATENTE DAI CARABINIERI DI ALVITO

Gallinaro i Carabinieri della Stazione di Alvito, coadiuvati dal N.O.R.M. della Compagnia di Sora, denunciavano un operaio 60enne che, alla guida della propria autovettura, rimaneva coinvolto in un sinistro stradale con un altro veicolo. Nell'occasione il denunciato, già censito per reati contro la persona, veniva riscontrato in evidente stato di ebbrezza alcolica con un tasso alcolemico tre volte superiore al limite consentito dalla legge, accertato mediante l'etilometro in dotazione. Il documento di guida del 60enne veniva ritirato e l'autovettura sequestrata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassino, controlli igienici sanitari sugli alimenti scoperte carenze notevoli

FrosinoneToday è in caricamento